Quantcast

La Toscana spera nella zona gialla, ma non sarà così facile. Preoccupano gli ospedali

Più informazioni su

GROSSETO – Di che colore saranno Grosseto e la Toscana il 26 aprile? E’ una data cruciale, quella in cui entra in vigore il nuovo decreto che prevede riaperture e limitazioni meno stringenti in base al colore. Ma può la Maremma aspirare al giallo?

Dipenderà ovviamente dai dati di tutta la regione. La situazione, lo ha ribadito anche il governatore Eugenio Giani alla fine della scorsa settimana, resta quella da zona arancione, dove in effetti la Toscana è rimasta. Ma i dati inducono a un moderato ottimismo.

I numeri dell’ultima settimana sono in leggero miglioramento, 6.412 contagi contro i 7.464 registrati dal 5 all’11 aprile.  Il che porta a un rt, indice di contagio, di poco superiore a 1. Occorre scendere stabilmente sotto i mille contagi al giorno per sperare: non è scontato, perché a fronte di zone come la Maremma che stanno meglio, altre – specie al centro e al nord della regione – soffrono ancora.

C’è poi il tema degli ospedali. Soffrono ancora, le strutture ospedaliere. Troppi ricoveri e troppe persone che richiedono di cure intensive: il giallo dal 26 aprile è possibile, ma per riuscire a ottenerlo serviranno miglioramenti nei prossimi giorni anche sotto questo aspetto.

Più informazioni su

Commenti