Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Giacomo Moscato

“William Shakespeare. La verità è altrove”: il mistero sull’identità del poeta in scena a Scarlino

14/07/18

EVENTO GRATUITO
: Castello Rocca Pisana, Scarlino, Italia - Inizio ore 21.30

Attenzione l'evento è già trascorso

SCARLINO – Il laboratorio teatrale “Ridi Pagliaccio” sabato 14 luglio alle ore 21.30, nella splendida e suggestiva cornice del Castello di Scarlino, metterà in scena “William Shakespeare. La verità è altrove”: il mistero dell’identità di Shakespeare criptato nei monologhi più famosi di tutti i tempi (scritto, diretto e interpretato da Giacomo Moscato).

William Shakespeare, nato a Stratford-Upon-Avon nel 1564 è artefice di 37 opere teatrali, 154 sonetti e 6 poemetti: l’autore più importante della storia della letteratura inglese, considerato il padre stesso della lingua e della tradizione britannica. Il drammaturgo più rappresentato al mondo, certamente uno tra i più grandi scrittori di tutti i tempi; autore di opere immortali come “Amleto”, “Otello”, “Romeo e Giulietta”, “La bisbetica domata”, “Sogno di una notte di mezza estate”, “Il mercante di Venezia” universalmente note e tradotte in tutte le lingue del mondo. L’unico autore teatrale in grado di eccellere contemporaneamente nel genere della tragedia, della commedia, del dramma storico e della poesia.

Secondo un profilo tracciato agli inizi del Novecento da Thomas Looney, il Bardo conosceva molte lingue, tra cui il latino, il greco, il francese, l’italiano, lo spagnolo e il tedesco. Ma non solo; secondo lo studioso, il poeta inglese era anche un esperto di letteratura, geografia, filosofia, storia, arte, diritto internazionale, sacre scritture e politica; un uomo che aveva viaggiato per molte città e cittadine europee, soprattutto italiane.

Ma se la descrizione di Looney non corrispondesse alla realtà? Lo spettacolo, infatti, si propone di mettere in discussione quel poco che si conosce riguardo Shakespeare, anche il suo nome. “Si tratta senza alcun dubbio del mistero più grande e intrigante della storia del teatro; un mistero che lo spettacolo teatrale, con la serietà e la coinvolgente immediatezza cerca di analizzare, chiarire, indagare e dopo 400 anni svelare” spiega Moscato.

Ingresso libero

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!