Violante Placido

Violante Placido in “Per Elisa”: appuntamento al Moderno

18/10/20

EVENTO A PAGAMENTO
: Teatro Moderno - Teatro Moderno, Via Tripoli, Grosseto, Italia - Inizio ore 18
  • agimus.grosseto@agimus.it

GROSSETO – Primo concerto della decima stagione de “La voce di ogni strumento” o ultimo concerto della nona stagione? Eh sì perché sul palco del Teatro Moderno di Grosseto ci sarà Violante Placido con Davide Alogna al violino e Giuseppe Greco al pianoforte per lo spettacolo “Per Elisa”, una produzione pensata in occasione 250esimo anniversario delle nascita di Ludwig van Beethoven a conclusione della stagione precedente.

“Iniziamo come avremmo dovuto finire – spiega Gloria Mazzi, presidente e direttore artistico di Agimus Grosseto -, con la consapevolezza di ciò che è accaduto in questi mesi, con le abitudini quotidiane decisamente cambiate, ma con la voglia di ritrovarsi e con la convinzione che la cultura e l’arte siano un elemento fondamentale per il nostro benessere individuale e collettivo”.

LO SPETTACOLO

Chi ha dato il nome alla celeberrima composizione in La minore che ha accompagnato generazioni di studenti di pianoforte? Per Elisa (Für Elise) è una breve composizione per pianoforte scritta da Beethoven nel 1810, uno dei brani più familiari di tutta la musica occidentale […]. Poiché non è mai esistita nella vita del compositore nessuna Elisa, l’ipotesi più accreditata vuole che originariamente il brano fosse dedicato a Therese Malfatti von Rohrenbach zu Dezza; di recente, lo studioso berlinese Klaus Martin Kopitz ha ipotizzato che ad ispirare Beethoven sia stata Elisabeth Röckel, cantante tedesca spesso nota anche come Elise. E c’è anche chi sostiene che non fu Beethoven a scrivere “Per Elisa”….

L’intenzione dello spettacolo a partire da Elisa è quella di indagare il ruolo delle donne e dell’amore nella vita di Beethoven. Tutti sanno quanto fosse difficile la personalità di Beethoven. Quanto dunque poteva essere ancora più complicato il suo rapporto con le donne? […]Per comprendere meglio quanto per lui fosse importante l’amore verso un donna ci affideremo alle parole stesse del compositore. La “Lettera all’immortale amata”: un manoscritto ritrovato in un mobiletto della sua stanza pochi giorni dopo la sua morte, datato tra il 6 e il 7 luglio 1812. Tre lettere che Beethoven scrisse a una donna che amava e che ricambiava il suo amore. Chi fosse questa donna è uno dei grandi misteri della sua vita. Chi era la misteriosa “immortale amata”?

Con Violante Placido, voce recitante – Davide Alogna, violino – Giuseppe Greco, pianoforte. Testo di Bianca Melasecchi, da un’idea di Elena Marazzita.

Appuntamento domenica 18 ottobre alle ore 18 al Teatro Moderno di Grosseto per un autunno di musica e spettacolo.

Per consentire il distanziamento, non avremo a disposizione tutti i posti del teatro e sarà obbligatorio prenotare il biglietto online sul nostro nuovo sito web: clicca qua per prenotare i tuoi biglietti.

Per ulteriori informazioni ecco i nostri contatti: agimus.grosseto@agimus.it,
tel. 339 7960148

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!