Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
libreria delle ragazze

Suad Amiry a Grosseto: la scrittrice palestinese parlerà di donne con le donne

08/06/18

EVENTO GRATUITO
: Città Grosseto, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

GROSSETO – Arriva in città una delle scrittrici palestinesi più note, tradotta in tutto il mondo, Suad Amiry, che sarà ospite venerdì 8 giugno alla Libreria delle Ragazze.

Suad Amiry, nata a Damasco nel 1951 da genitori palestinesi, e cresciuta tra Amman, Beirut e Il Cairo, ha conquistato il pubblico internazionale “con uno stile brillante e ironico, che riesce a far sorridere anche parlando dei temi drammatici che sconvolgono il Medio Oriente”. Sorridere non per minimizzare o sminuire la portata delle cose che racconta, ma per rovesciarne gli effetti e arrivare al cuore degli eventi.

La scrittrice, ha studiato architettura all’università americana di Beirut, alla Michigan University e infine a Edimburgo, è arrivata alla scrittura con i diari tenuti a Ramallah, in Cisgiordania, durante l’assedio israeliano al quartier generale di Arafat. A Ramallah, dove vive tutt’ora, insegna alla Birzeit University e dirige il Riwaq Center for Architectural Conservation e continua il suo impegno politico partecipando alle delegazioni palestinesi per la pace in Medio Oriente.

Nei suoi romanzi prende spunto da elementi autobiografici come si intuisce dai titoli “Sharon” e “mia suocera Golda ha dormito qui”, dando valore al ruolo terapeutico di questo tipo di scrittura.
Nel suo romanzo più recente, Damasco, riannoda i fili della sua vicenda familiare, intrecciandola con le rivolte che si sono succedute negli anni in terra di Palestina. «Racconto la storia di una famiglia ricca di Damasco, una storia d’amore ma anche di tradimenti e segreti. Dove si incontrano donne forti come mia zia Laila, che governava l’intera famiglia». O come Teta, la nonna, andata in sposa giovanissima a un uomo di vent’anni più grande. Un affresco che dall’impero ottomano arriva al presente martoriato dei nostri giorni, una saga appassionante e poetica sospesa tra realtà e finzione, una rievocazione innamorata e piena di nostalgia di un raffinatissimo mondo spazzato via dal fanatismo e dalla crudeltà. Ma anche una riflessione sul senso della maternità e sul silenzio come estremo gesto d’amore.

Nell’incontro di venerdì, promosso dal Centro Donna Grosseto e dall’Associazione Raccontincontri, Suad Amiry parlerà con Giuliana Gentilidei suoi personaggi memorabili, della sua scrittura leggera e delle grandi emozioni che riesce a suscitare.

I suoi libri pubblicati in Italia. Da Piemme: Bruciata viva(2203). Da Feltrinelli: Sharon e mia suocera(2003),Se questa è vita. Dalla Palestina in tempi di occupazione(2005), Niente sesso in città(2007), Murad Murad(2009), Golda ha dormito qui(2013), Damasco(2016).

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!