Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
  Museo Magma 2017

Sesta edizione per “Le storie siamo noi”: lezioni, ricerche, narrazioni

06/10 » 07/10/17

EVENTO GRATUITO
:

Attenzione l'evento è già trascorso

FOLLONICA – Venerdì 6 e sabato 7 ottobre si svolgerà a Follonica il 6^ convegno biennale sull’orientamento narrativo, empowerment delle persone e delle comunità, “Le storie siamo noi”, lezioni, ricerche, cantieri di pratiche, narrazioni, organizzato dalle associazioni Pratika e L’Altra Città e dalla Città di Follonica, in collaborazione con A.I.S.E. ­– Thelème srl ­– PHP srl – Pensa Multimedia editore – Associazione Nausika – Scuola di Narrazioni Arturo Bandini – L.a.A.V. – CNA di Grosseto progetto Next Level, con il patrocinio di Indire – Università degli Studi di Firenze – Università degli Studi di Perugia – Università degli Studi di Milano Bicocca e della Regione Toscana.

Giunto alla sesta edizione (la prima è del 2007), il convegno biennale ”Le storie siamo noi” è la prima iniziativa scientifica e divulgativa italiana dedicata interamente al rapporto tra scienze della narrazione e orientamento. Esperti di varie discipline e operatori della formazione, dell’istruzione, dell’orientamento e della comunicazione narrativa s’incontrano periodicamente per fare il punto sui recenti sviluppi teorici e applicativi dell’approccio narrativo nella ricerca scientifica e nelle pratiche educative e comunicative.

Il convegno, organizzato da due associazioni toscane, ha trovato casa a Follonica, una città che, con il suo museo narrativo dedicato alla lavorazione del ferro e con la trasformazione dell’area ex Ilva in un polo educativo artistico e culturale, rappresenta un ottimo esempio delle potenzialità degli approcci narrativi applicati allo sviluppo territoriale.

L’edizione 2017, dedicata al tema dell’empowerment delle persone e delle comunità, si aprirà venerdì 6 ottobre con due lezioni magistrali tenute da due studiose di diverse aree disciplinari che sono accomunate dall’interesse per i mass media. Vanessa Roghi, storica del tempo presente, attualmente impegnata nella scrittura di un libro sulla storia culturale di Lettera a una professoressa della Scuola di Barbiana, terrà una lezione intitolata “Potere alla parola”, mentre la pedagogista Roberta Cardarello parlerà di “Le storie degli altri – Lettura e comprensione”.

I lavori del mattino proseguiranno con la presentazione di una parte delle ricerche selezionate da un comitato di revisori esperti. Si tratterà di lavori afferenti a diverse aree disciplinari, dalla sociologia alla psicologia, dalle pedagogia, dalla linguistica alla medicina, i cui risultati saranno presentati da ricercatrici e ricercatori provenienti da università e centri di ricerca di tutta Italia.

Al pomeriggio i partecipanti potranno scegliere di partecipare a uno dei cantieri di pratiche narrative tenuti da esperti che presenteranno strumenti e attività sperimentate in ambito educativo, sociale o sanitario. I cantieri, che si terranno in sessioni parallele all’interno di diversi locali dell’area ex-Ilva, richiederanno la partecipazione attiva e saranno un’occasione di confronto tra professionisti e apprendisti che condividono l’interesse per gli approcci narrativi.

Chiuderà la giornata una visita al museo narrativo MAGMA (Museo delle arti in ghisa nella Maremma) con l’architetta Barbara Catalani, progettista e attuale assessore alla cultura della città di Follonica.

I lavori di sabato 7 ottobre si apriranno con un omaggio a Jerome Bruner, uno dei protagonisti della psicologia del Novecento, che ha avuto un ruolo determinante nell’affermarsi degli approcci narrativi nel lavoro educativo, sociale, sanitario e anche giuridico. La lezione dedicata al grande psicologo americano sarà tenuta da Andrea Smorti, autore di pioneristici studi sul pensiero narrativo.

La mattina proseguirà con una seconda serie di cantieri di pratiche narrative. Il pomeriggio, alla presentazione delle ricerche seguiranno due lezioni dedicate al rapporto tra narrazione e letteratura, e al ruolo delle storie nella vita delle persone. Paolo Jedlowski, uno dei maggiori sociologi contemporanei, parlerà di “La narrativa fantascientifica e l’immaginario moderno”, mentre Michele Cometa, docente di storia comparata delle culture e di cultura visuale, presenterà i risultati del suo ultimo libro, “Perché le storie ci aiutano a vivere: la letteratura necessaria”, uno studio fondamentale sulla facoltà di narrare storie.

Il convegno si chiuderà con le conclusioni degli organizzatori Federico Batini e Simone Giusti e con l’inaugurazione di una mostra dedicata ai “Libretti di Mal’aria” di Arrigo Bugiani.

 

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!