Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Porto il velo, adoro i Queen film

SenzaConfini saluta con una serata dedicata all’Islam

25/07/17

EVENTO GRATUITO
: Cava di Roselle 42.796062, 11.157078 - Inizio ore 21.45

Attenzione l'evento è già trascorso

ROSELLE – Migrati 2017, promossa dal Circolo Festambiente insieme alla Cooperativa Uscita di Sicurezza. La serata, organizzata in collaborazione con l’associazione Elhilal – centro culturale islamico (uno dei partner del progetto, insieme a Kansassiti, Festival resistente, associazione Hora Uniri e il con il partenariato dell’associazione Elhilal centro culturale islamico e di Simurg che gestisce lo Sportello Info Immigrati del Coeso SdS Grosseto) prevede alle 21.45 la proiezione del “ridi”mentario “Sdrammatislam” e, a seguire, del documentario “Porto il velo, adoro i Queen” di Luisa Porrino.

“Sdrammatislam”. Un “ridi” mentario, come lo definiscono gli ideatori, realizzato da giovani ragazzi musulmani di Grosseto e provincia, che mette in luce i luoghi comuni legati all’Islam, per sfatarli in chiave ironica e disincanta.

“Porto il velo, adoro i Queen”. Il docu-film di Luisa Porrino tratta, attraverso l’esperienza di tre giovani donne, nate e cresciute in Italia, tematiche come razzismo, misoginia, islamofobia.

La quotidianità e le parole di tre giovani donne musulmane fanno luce sui pregiudizi e gli stereotipi che ostacolano la comprensione di un mondo sfaccettato e vario: l’Islam. Sumaya (blogger, prima musulmana eletta Consigliere al Comune di Milano), Takoua (romana, autrice di fumetti e graphic novel), e Batul (medico psichiatra di Trento), affrontano questioni che da anni infiammano il dibattito sulle relazioni tra il mondo musulmano e quello occidentale, a partire dall’incerto esito delle Primavere Arabe, fino al crescente sentimento islamofobo.

La rassegna “SenzaConfini”. La serata di martedì conclude la rassegna che per sei settimane ha animato il cinema all’aperto nell’anfiteatro dell’ex opificio della Cava. Obiettivo di SenzaConfini è stato offrire spunti per ragionare di migrazioni, ma anche di Paesi e comunità da cui spesso si è costretti a fuggire con il miraggio di una vita migliore. Un viaggio “senza confini” nelle cinematografie più diverse che hanno permesso di ragionare intorno a temi attuali come i conflitti, l’Islam, i giovani immigrati di seconda generazione. L’intento degli organizzatori è quello di dare continuità alla rassegna visto anche l’interesse degli spettatori che hanno partecipato alle serate.

Informazioni. La serata è a ingresso libero. Per l’occasione sarà attivo solo un punto bar. Si prosegue da mercoledì 26 luglio con il terzo appuntamento degli eventi targati “Tirreno 140”, per una serata dedicata ad alcune delle eccellenze del territorio. Giovedì 27 luglio, invece, torna il teatro amatoriale con la compagnia “Gli improvvisati” che porta in scena la commedia brillante “Vecchio si, scemo no”. Venerdì 28 luglio vernissage della mostra fotografica “Civil War” di Faber Torchio, mentre sabato 29 arriva l’opera lirica con la Tosca, evento promosso dalla Fondazione Grosseto Cultura e dall’Orchestra sinfonica Città di Grosseto (info e prevendite presso la Fondazione Grosseto Cultura, in via Bulgaria a Grosseto). Domenica 30 luglio apertura straordinaria per la serata Palco Cava, realizzata in collaborazione con Il Tirreno, Tv9 e l’associazione Ridi Pagliaccio.

La programmazione completa della Cava srotolerà i suoi fili colorati nelle prossime settimane, attraverso il sito internet della Cava www.cavaroselle.net e i canali Social: www.facebook.com/CavaRoselle, Cava Roselle su Instagram e @CavaRoselle su Twitter. La Cava vi aspetta in strada Chiarini a Roselle (Grosseto).

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!