Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Pop Corn Festival

Seconda serata del Pop Corn Festival con “Bismillah”: il corto che affronta il tema dellimmigrazione

28/07/18

EVENTO GRATUITO
: - Inizio ore 21.30

Attenzione l'evento è già trascorso

PORTO SANTO STEFANO – Sarà “Bismillah”, ultimo lavoro del regista Alessandro Grande, sulla vita della bambina tunisina Samira (vincitore agli ultimi David di Donatello) la pellicola che aprirà sabato 28 luglio alle 21.30 la seconda serata di proiezioni di “Pop Corn – Festival del Corto” (in piazzale dei Rioni). Prodotto da Indaco Film con il sostegno di Rai Cinema Channel e distribuito da Zen Movie, la pellicola drammatica “Bismillah” affronta, con delicatezza un tema molto difficile: quello dell’immigrazione, raccontando la vicenda della piccola Samira, 10 anni, che vive illegalmente in Italia con il padre e il fratello. Samira, una notte, si troverà ad affrontare da sola un problema più grande di lei.

Tra i cortometraggi in programma per la seconda giornata di festival la proiezione di “Pipinara” opera di Ludovico Di Martino, in cui i giochi d’infanzia si mescolano alla criminalità e alla notizia della morte di Pier Paolo Pasolini; spazio poi all’imprevedibile nel corto “Sweetheart” di Marco Spagnoli dove un moderno Elvis Presley e una malinconica Marilyn Monroe, rispettivamente interpretati da Marco Giallini e Violante Placido, si incontrano in una Roma irreale su un ponte lungo il Tevere. L’animazione è protagonista nel corto “Now in black and white” di Thomas Donnelly e Tanaka Bonde, che racconta di due robot rottamati che tornano a nuova vita, mentre “Red Velvet” di Mahmoud Samir e Youssef Mahmound parla del salvataggio di una madre in preda a un attacco cardiaco da parte del figlio di cinque anni Asser. È invece una commedia “Che fine ha fatto l’inciviltà?” di Delio Colangelo che racconta di Guido, ragazzo disabile che viene colpito dall’improvvisa apparizione di una bella ragazza. Ma come riuscire a parlarle? “Crosstitch Road” di Ivan Selva è la storia di un incontro tra una donna turbata e un motociclista solitario con un passato misterioso che interviene in suo aiuto in una situazione di bisogno. Infine è dedicato al tema della sessualità “Vanilla” di Rossella Inglese, dove la regista pone al centro Denise, un’adolescente portata via da suo padre con il quale ha avuto una relazione sessuale consenziente e che ora vive in un centro comunitario.

A giudicare i film in concorso la giuria composta da vari ospiti: dall’attore Alessandro Haber al regista Alessandro Capitani, il montatore Marco Spoletini, che ha recentemente lavorato al film “Dogman”, il costumista per film e serie tv Stefano Giovani, il giornalista e presidente di Cinemaitaliano.info Carlo Griseri, Manuela Rima di Rai Cinema e Ersilia Agnolucci, docente di storia dell’arte. L’ingresso alle proiezioni è libero.

In occasione del festival, sabato 28 luglio a partire da mezzanotte ci sarà la festa “Pop Corn Party” presso la Fortezza Spagnola con dj Sandrino del duo elettro house Frankey & Sandrino (ingresso su invito).

Durante il festival sono attive delle convenzioni con le strutture ricettive della zona. Per informazioni scriverea: “; sito http://www.prolocomonteargentario.com/popcorn/;  Instagram: @popcorn_festivaldelcorto

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!