pianoforte

Ricerche neuroscientifiche confermano: inclusione e sviluppo in classe grazie alla musica

25/01/20

EVENTO A PAGAMENTO
:

GROSSETO – Le più recenti ricerche neuroscientifiche evidenziano l’importanza del training sonoro per una crescita equilibrata della persona, con evidenti ripercussioni nella sfera emotiva, cognitiva, sugli aspetti motori, sulla creatività e sull’autostima.

Proprio di questo si parlerà nel seminario “La musica inclusiva. Percorsi operativi per favorire l’inclusione e il buon clima della classe tramite la musica”, promosso ed organizzato dalla scuola di musica Chelli, rivolto a musicisti, musicoterapisti, insegnanti, educatori professionali, animatori di comunità, genitori.

Il seminario, a cura del musicoterapista Mario Santi, si terrà sabato 25 gennaio dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 17.30 nell’auditorium San Paolo del palazzo del Seminario, in via Ferrucci 11, a Grosseto.

“Obiettivo del seminario – spiega la direttrice della scuola di musica, Maria Grazia Bianchi – è fornire una sorta di scatola degli attrezzi a coloro che, a titolo professionale o come genitori, si relazionano quotidianamente coi bambini, per favorire sempre di più una didattica inclusiva; saranno suggerite proposte di attività musicali ludiche e coinvolgenti. Anche così, infatti, è possibile favorire la consapevolezza e lo sviluppo di diverse sensibilità musicali e migliorare le dinamiche di gruppo”.

Il seminario, realizzato in collaborazione con Irsef, ente accreditato presso il Miur, è valido ai fini della formazione del docente, gode del patrocinio di Diocesi, Comune e Provincia di Grosseto e del contributo di Clan della Musica, Birreria maremmana e gelateria artigianale Il pozzetto.

Per la partecipazione è necessaria l’iscrizione e il versamento di una quota di 50 euro. Per info sui posti eventualmente ancora disponibili contattare: cuoladimusica@fondazionechelli.org.

Mario Santi

Romano, ha iniziato studiando la musica associata al movimento del corpo. Nel suo metodo di lavoro la didattica musicale inclusiva si fonde con alcuni aspetti della psicomotricità, della logopedia e della scrittura creativa. Nel 2009 si è diplomato alla Scuola triennale di musicoterapia evolutiva di Roma per poi effettuare numerosi corsi e seminari di aggiornamento. Ha collaborato con realtà come la onlus “La farfalla” per interventi di musicoterapia con una paziente oncologica nel reparto di cure palliative-leniterapia dell’ospedale Misericordia di Grosseto e con vari Istituti comprensivi del territorio per la realizzazione di laboratori di musicoterapia, nonché come tutor in progetti di alternanza scuola-lavoro. Attualmente collabora con la scuola di musica “Chelli” dove realizza laboratori di musicoterapia.

E’ baritono nell’ensemble polifonica “P.L. da Palestrina” e “Nova Vita”, nonché nell’ensemble di improvvisazione vocale di Roma “La trisonanza”.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!