Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Teatro palcoscenico sipario

Per il primo spettacolo estivo al Cassero arriva la comicità di Fabio Morganti

30/06/18

EVENTO GRATUITO
: Cassero senese di Grosseto Cassero Senese, Via Aurelio Saffi, Grosseto, Italia - Inizio ore 21.15

Attenzione l'evento è già trascorso

GROSSETO –  Stanno per iniziare le divertenti serate di “Grosseto RIDENS”. Il primo spettacolo si intitola “Not(t)e di vegliatura”, di e con Fabio Morganti con le musiche originali di Alessandro Omozitto Morganti della “Compagnia né arte né parte” di Arcidosso.

Un racconto il cui tema principale è lo sfottò, il prendersi in giro attraverso aneddoti, storielle e stornelli che hanno attraversato un secolo di vita capercia (arcidossina) e non solo. Il narratore (Fabio Morganti) diventa nel tempo “memoria”, testimone ed infine protagonista delle vicende narrate, partendo da intuizioni di personaggi come “Eusebio” e il “Patòli” (vissuti nel villaggio dei Bagnoli, nei pressi di Arcidosso) fino alle composizioni inedite da lui stesso elaborate. Sull’onda dei ricordi una carrellata di stornelli e aneddoti della migliore tradizione Capercio/Bagnolaia della metà del secolo scorso. La narrazione che nasce da serate trascorse nei bar di villaggio per arrivare a brani di vita vissuta tra scherzi e voglia di stare insieme. Fabio Morganti incarna a pieno titolo l’ultima generazione di chi ha vissuto la bottega come luogo di condivisione reale, alla vigilia della generazione della condivisione virtuale. La tecnica narrativa è quella dello Storytelling: niente testo predefinito, ma solo un canovaccio con una scaletta da seguire che rende ogni serata diversa grazie a volte anche al coinvolgimento del pubblico. La prima metà dello spettacolo si basa su aneddoti ed esilaranti sfottò musicati della tradizione “capercio-bagnolaia” inseriti in un racconto che fa uno spaccato della vita nei nostri villaggi dagli anni ’30 agli anni ’60 del secolo scorso. Fabio sin da giovanissimo, nei primi anni ’70, bazzicava il bar sotto casa dello zio “Gorfettone”, ed è stato testimone diretto di vegliature e cantate (e di sbornie) degli uomini che si fermavano per un bicchiere o due dopo una giornata di lavoro. In “Not(t)e di Vegliatura” li riporta fedelmente con le tradizionali e variegate “calate vernacolari amiatine”. La seconda metà della performance fa parte invece dell’esperienza vissuta direttamente durante l’adolescenza e nei primi anni di lavoro, durante gli anni ’80. Gli aneddoti irresistibili ed i personaggi che li popolano sono in alcuni casi raccontati sulle note di famose canzoni di cantautori italiani i cui testi (completamente rivisitati da Fabio) fanno assumere loro un sorprendente e inaspettato carattere comico.

Sabato 30 giugno al Cassero Senese dalle ore 21.15

Prevendita presso l’edicola La Pace (accanto al Sacro Cuore) oppure dalle 20 direttamente al Cassero
Costo 10 euro (ridotto 8 euro per under 20, over 60, tesserati FITA, abbonati alla stagione teatrale con un pacchetto di almeno 6 spettacoli)

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!