Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
tartufo_nero

Partono a Castell’Azzara i venerdì del tartufo: un tuffo nell’enogastronomia

07/12 » 11/01/19

EVENTO A PAGAMENTO
: Paese Castell'azzara, GR, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

CASTELL’AZZARA – Il tartufo è sempre più uno dei simboli dell’offerta enogastronomica, culturale e paesaggistica del territorio amiatino. Testimonial di quelle eccellenze che il Monte Amiata è in grado di proporre a quanti abbiano voglia di avventurarsi sulle sue pendici.

È con questa consapevolezza, con l’idea che “cultura” del tartufo – sinonimo di benessere, natura viva e buon vivere – possa offrire un contributo fondamentale allo sviluppo economico e turistico del territorio, che l’associazione tartufai dell’Amiata, con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Castell’Azzara, ha voluto recuperare e riproporre i famosi Venerdì del tartufo, appuntamenti a scadenza settimanale nei ristorante del territorio in cui il tartufo sarà protagonista assoluto della tavola.

«Abbiamo voluto riproporre I Venerdì del tartufo – spiega Giulio Papalini, presidente dell’associazione — perché sono una naturale continuazione delle varie attività di promozione e valorizzazione del Tartufo e del nostro territorio che ci vedono impegnati nel corso dell’anno, come, ad esempio A scuola di tartufo la cui prima edizione era proprio rivolta ai ristoratori».

Un’occasione in più per incontrare a tavola questo re della gastronomia amiatina e conoscere meglio i ristoratori locali, la loro cucina e il loro rapporto con questo prezioso frutto della nostra terra. «Nel tartufo – afferma il sindaco Fosco Fortunati – troviamo la sintesi di un’idea di rinascita e rilancio del territorio attraverso la riscoperta, la tutela e la valorizzazione delle produzioni locali. Per questo, come Amministrazione, da sempre collaboriamo assieme all’Associazione Tartufai dell’Amiata per far sì che la cultura del tartufo pianti radici sempre più profonde».

Si parte venerdì 7 dicembre con la cucina familiare dell’agriturismo Le Paicciole, per poi continuare il 14 dicembre con i prodotti tipici proposti dal ristorante La Rosa dei venti, proseguendo poi, venerdì 21, con l’allegria e la buona cucina che contraddistingue il ristorante La Tana dell’Orso, seguite dalle ricette proposte dal giovane chef dell’osteria Le Ghiande (28 dicembre), per poi concludere l’11 gennaio nel solco della tradizione all’agriturismo La Capanna.

Prezzo di € 25,00 (bevande incluse)

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!