Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Forte San Rocco 2018

Marina di Grosseto, tutta la storia in un convegno di Maremma 1828

08/08/18

EVENTO GRATUITO
: Marina di Grosseto Marina di Grosseto, GR, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

MARINA DI GROSSETO – È il terzo appuntamento del ciclo dedicato alla storia e all’architettura di Grosseto e della Maremma, promosso e organizzato dall’associazione culturale Maremma 1828. E il primo evento pubblico che si tiene al Forte di San Rocco, a Marina di Grosseto, dopo l’inaugurazione in seguito ai lavori di ristrutturazione. Mercoledì 8 agosto alle 21.30, al Forte di San Rocco di Marina, si parlerà proprio della frazione: “Marina di Grosseto: storia e trasformazione di una località balneare” è il tema dell’incontro, che sarà presieduto e introdotto da Lorenzo Rossi, vicepresidente dell’associazione culturale Maremma 1828. I relatori saranno Giovanni Casalini (architetto) e Michele Gandolfi (laureato in Lingue e letterature europee per l’editoria e la produzione culturale). È previsto anche l’intervento del sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, e dell’assessore comunale all’Urbanistica Fabrizio Rossi.

«Questo terzo appuntamento della nostra serie di incontri dedicati alla storia e all’architettura del nostro territorio – spiegano i promotori dell’iniziativa, i soci di Maremma 1828 – riguarderà la storia e lo sviluppo economico, sociale e urbano della frazione di Marina di Grosseto. Particolare attenzione sarà rivolta all’architettura: verranno trattate le importanti trasformazioni, in alcuni casi veri e propri stravolgimenti, che hanno compromesso l’identità e l’immagine di Marina. E ne parleremo proprio nei nuovi spazi appena riqualificati, al Forte di San Rocco». Al termine dell’incontro verrà proiettato un cortometraggio di 15 minuti girato nel 1963 dal Cineclub Grosseto: è la testimonianza di uno spaccato di vita a Marina di Grosseto in quegli anni.

«Gli ultimi villini risalenti agli anni ’30 rimasti a Marina – ricordano dall’associazione Maremma 1828 – costituiscono un patrimonio storico e identitario collettivo da conoscere e tutelare. Da Villa Gaia a San Rocco, dalle colonie marine Bodoni e Saragat. E poi i canali di San Leopoldo e San Rocco, due dei maggiori scolmatori scavati e utilizzati durante la grande bonifica della piana di Grosseto: oggi entrambi costituiscono una fondamentale testimonianza storica e ambientale dell’identità di un intero territorio. Di tutto questo, e molto altro, parleremo al convegno».

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!