Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Gloria Mazzi Mario Lant

l’Hangar si trasforma un teatro per il concerto conclusivo de ‘La voce di ogni strumento’

20/05/18

EVENTO A PAGAMENTO
:
  • lavocediognistrumento@gmail.com
  • Tel. 339.7960148

Attenzione l'evento è già trascorso

GROSSETO – Un grande evento per il finale de La Voce di ogni Strumento chiuderà l’edizione 2018 con i 12 artisti del gruppo Piano Twelve e il Coro Polifonico di Ruda domenica 20 maggio alle ore 18 presso l’Hangar 2 del 4° Stormo.

Dopo i grandi successi di pubblico registrati in occasione dei precedenti concerti, la rassegna diretta da Gloria Mazzi e organizzata con il patrocinio della Provincia di Grosseto, del Comune di Grosseto, della Fondazione Grosseto Cultura, della Proloco di Grosseto, del Savoia Cavalleria, del Centro Militare Veterinario, del 4° Stormo, del Lions Club Grosseto Aldobrandeschi, del Pasfa, Soroptimist e ASCOM, offrirà l’occasione di assistere ad un evento unico in un palcoscenico insolito.

Grazie alla sensibilità e all’attenzione per le iniziative culturali del territorio da parte del 4° Stormo, l’Hangar 2 si trasformerà infatti eccezionalmente in un grande palcoscenico. Una cornice suggestiva e originale che offrirà al pubblico un evento dal forte impatto sonoro e visivo.

Il Colonnello Marco Lant, Comandante del 4° Stormo, ha riferito come il concerto rappresenti un segnale di vicinanza e unione fra la città di Grosseto e il suo 4° Stormo, impegnato quotidianamente ad assicurare la sorveglianza del cielo maremmano e dello spazio aereo nazionale 365 giorni all’anno, 24 ore su 24.

“Utili al Paese e vicini alla comunità” anche per lo scopo dell’evento: “La Voce di ogni Strumento” è infatti una rassegna musicale di solidarietà, il cui ricavato sarà devoluto alle Associazioni La Farfalla, AVIS, ADMO e AISM.

Dodici musicisti, sei uomini e sei donne, suonano simultaneamente dodici pianoforti a coda: sono i Piano Twelve, ensemble unico nel panorama nazionale, nato nel 2010 a Udine, Friuli Venezia

Giulia. 1056 tasti bianchi e neri per 12 pianoforti, superfici, linee, intrecci, sequenze di suoni e colori a dare la sensazione di essere letteralmente avvolti dal suono. L’ensemble Piano Twelve, si è esibito attirando sempre l’attenzione di un vasto pubblico, passando dal “tutto esaurito” della riapertura del Teatro Duse di Bologna e del Centro Congressi di Lugano, alla cerimonia di inaugurazione dei Mondiali di Volley trasmessa in mondovisione dal Teatro Strehler di Milano, o ancora a Milano per Piano City 2012, nella cornice della Rotonda Besana. Nel 2016 i Twelve aprono la 90esima edizione di Pitti Immagine Uomo in piazza Pitti a Firenze, e festeggiano l’apertura al pubblico del nuovo Grattacielo Intesa San Paolo a Torino, progettato da Renzo Piano. Nel 2017 registrano i sold out degli 800 posti al festival Tones on the Stones, nella suggestiva Cava del Trontano (No).

Insieme ai dodici pianoforti anche il Coro Polifonico di Ruda, ensemble vocale composto da quaranta voci maschili con la direzione di Fabiana Noro che, costituitosi negli anni Venti e rifondato nel 1945, ha tenuto concerti in tutto il mondo e si è fatto apprezzare in questi decenni per aver proposto al pubblico programmi esclusivi, di rara esecuzione, spesso frutto di approfondite ricerche d’archivio.

Il programma è una sorta di viaggio attraverso le vicende e i protagonisti del grande schermo tramite la musica che ne ha raccontato le storie.

Il mondo fantastico del piccolo alieno E.T. apre la serata con la celebre colonna sonora del compositore statunitense John Williams. Da qui i Piano Twelve ci conducono, attraversando il musical di Gershwin, “Un americano a Parigi”, fino all’inquietante “Profondo Rosso”, pellicola firmata da Dario Argento il cui tema musicale più noto fu composto dal pianista jazz Giorgio Gaslini. E ancora le musiche del film “Pirati dei Caraibi”, del “Gladiatore” o di “Undeground” di Kusturiza a immortalare una galleria di intrecci e personaggi ormai entrati nell’immaginario collettivo.

Il genere fantasy con la musica di “Harry Potter” si affaccia in scena con l’intervento dei quaranta elementi del Coro Polifonico di Ruda, per un secondo tempo del concerto in cui, oltre alla musica del premio Oscar John Williams, saranno eseguite composizioni di Vangelis, Carl Orff e Giovanni Sollima.

Un programma vario che ben rispecchia la duplice anima dei Piano Twelve, metà “classica” e metà “moderna” e quella spinta innovativa che ha portato negli anni il Polifonico di Ruda a costruire un repertorio che include musica romantica e musica contemporanea, in grado di condurre il pubblico attraverso un’esperienza di ascolto coinvolgente.

Info:

Biglietti: Bambini sotto 8 anni GRATUITO – Dai 9 ai 18 anni 6€ – Adulti 10€ più 1€ di prevendita – Acquisto presso Rockland (via de’Barberi 108 Grosseto) solo il pomeriggio dalle 16 alle 19. Per accedere al concerto, al momento dell’acquisto dovrà essere comunicato: nome, cognome e targa auto Per prenotazioni telefonare almeno 3 giorni prima al numero 339.7960148, e-mail: lavocediognistrumento@gmail.com.

 

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!