Quantcast
Fonderia Leopolda

L’estate a teatro: appuntamento al Carbonile della Fonderia Leopolda

01/08/21

EVENTO A PAGAMENTO
:

FOLLONICA – Domani, 1 agosto, alle ore 21 al Carbonile della Fonderia Leopolda (ingresso dal teatro) va in scena “Paradiso XXXIII La visione di Dio e la conclusione del viaggio”, una produzione di Accademia Mutamenti.

Lo spettacolo è con Sara Donzelli (voce recitante) e Angelo Comisso (pianoforte). Presenta Daniele Musto.

Descrizione:
L’amor che move il sole e l’altre stelle. Il canto conclusivo del «poema sacro» si apre con una celeberrima preghiera di San Bernardo a Maria, «Vergine madre, figlia del suo figlio», trionfo della bontà della creatura, fontana di speranza, porto sicuro dell’Incarnazione. E prosegue, per l’intercessione di Maria stessa, con la descrizione intrepida della visione di Dio, poeticamente tesa ai limiti stessi dell’effabile: Dio è un punto luminoso nel quale tutto l’universo è conflato insieme, la Trinità un riflesso miracoloso di cerchi iridati e fuoco; nell’arcobaleno del Figlio si vede l’immagine stessa dell’uomo. Dante dà fondo all’intero arsenale della sua immaginazione poetica, ma le sue stesse facoltà, per quanto illuminate dalla grazia, sono eternamente insufficienti al proprio infinito oggetto: e non resta, allora, che sciogliere ogni tensione in quello stesso amore per Dio che provano gli astri, e che li fa muovere nella perfezione misurata delle loro orbite.

Sara Donzelli
Attrice, diplomata all’Accademia dei Filodrammatici di Milano; vince il premio Wanda Capodaglio. In teatro ha lavorato come protagonista con Alessandro Quasimodo, Toni Comello, Flavio Ambrosini, Mauricio Paroni De Castro, Ludwig Flaszen, Enrique Pardo, Massimo Loreto, Jurij Alschitz; in cinema con Carlo Lizzani e Heinz Butler; in televisione con Gianni Serra e per la TV Svizzera. Master in pedagogia teatrale presso il Gitis di Mosca. Nel 2003 fonda con Giorgio Zorcù la compagnia Accademia Mutamenti ed è attrice in La Regina dei banditi di Federico Bertozzi, La camera di sangue di Angela Carter, Socialismo a passo di Valzer di Giuseppe Di Leva, La stanza del tramonto di Lina Prosa, Circe / Fango di Margaret Atwood, Kkore di Lina Prosa. Nel 2018 è protagonista di Supplice per bianco tormento di Lina Prosa, diretto dalla regista svizzera Simone Audemars. Attrice – autrice, ha le sue radici nella tradizione teatrale, ma ha una visione originale dell’essere in scena che la porta nei territori della metafisica del gesto. Fin dagli esordi si è dedicata all’interpretazione della parola poetica e all’arte della lettura scenica.

Angelo Comisso
Diplomato al Conservatorio di Venezia, segue la strada della musica jazz e dell’improvvisazione. Dopo aver suonato con alcuni dei maggiori musicisti del jazz italiano (Gianni Basso, Gianluigi Trovesi, Roberto Ottaviano) approfondisce la propria poetica musicale abbracciando il jazz europeo. Determinante l’incontro con il trombettista-compositore tedesco Markus Stockhausen, con il quale collabora stabilmente in più progetti musicali: il Duo, il Trio Lichtblick e il quartetto Karta2 (con Aril Andersen al contrabbasso e Patrice Herald alla batteria). Insieme si sono esibiti per le più prestigiose radiotelevisioni europee (Bbc, Ndr, Wdr) e nei più importanti festival jazz. Suona anche con un proprio piano jazz trio e si esibisce spesso in concerti per piano solo con performances di grande qualità. Svolge attività didattica in vari istituti prestando particolare attenzione all’insegnamento della musica improvvisata. E’ stato insegnante e responsabile del Music Activity Department al Collegio del Mondo Unito di Duino.

Daniele Musto
Ha studiato presso l’Università di Pisa dal 2013 al 2018; è ora allievo perfezionando della Scuola Normale Superiore, dove ha frequentato anche il corso ordinario. Si interessa soprattutto di filologia e storia della lingua italiana; ha studiato, tra le altre cose, l’epistolografia rinascimentale, le commedie di Carlo Goldoni, l’opera di Alessandro Manzoni.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!