Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Campagnatico

La “Stagione dell’Aldobrandesco” prosegue con clarinetto e fisarmonica

05/05/18

EVENTO GRATUITO
: Campagnatico campagnatico

Attenzione l'evento è già trascorso

CAMPAGNATICO – Prosegue la “Stagione dell’Aldobrandesco”, rassegna di cultura, musica e teatro organizzata dal Comune e dalla Pro Loco di Campagnatico in collaborazione con l’Associazione Amici del Quartetto con il concerto che si terrà sabato 5 maggio alle 21,30 nel Teatro Rossi di Campagnatico. Ne sarà protagonista il Duo formato dal clarinettista Giovanni Lanzini a dal fisarmonicista Samuele Luti, che proporranno un interessante “Viaggio musicale” da Buenos Aires a Parigi portando in scena le più belle musiche dell’argentino Astor Piazzolla e del francesce Richard Galliano, strizzando però l’occhio anche alla musica italiana ed al jazz internazionale con brani di grande effetto quali la Ciarda del Monti, le variazioni sul Carnevale di Venezia, Petit Fleur di Sidney Bechet, I Remeber Clifford di Benny Golson e la famosa Cumparsita di Matos Rodriguez.

Il fisarmonicista Samuele Luti e il clarinettista Giovanni Lanzini provengono da esperienze musicali apparentemente distanti ma di fatto complementari. Di impronta jazzistica, ma con un bagaglio di studi classici il primo, di solida formazione classica ma con molteplici interessi verso i vari stili musicali il secondo si incontrano per intraprendere un vero e proprio “viaggio” nella musica, con un itinerario fantastico che si snoda dai vicoli di Buenos Aires di Astor Piazzolla ai sobborghi di Parigi del suo amico e ammiratore Richard Galliano. Ma il viaggio è soprattutto all’interno dei generi musicali diversi che si intersecano di continuo nel corso del concerto. In questo programma Giovanni Lanzini e Samuele Luti si muovono agevolmente tra il “Nuevo Tango” argentino e il “valse-musette” francese, tra atmosfere rarefatte e malinconiche (che la fisarmonica e il clarinetto sanno così bene creare) e solari guizzi di improvvisazione jazzistica che caratterizzano anche le variazioni su brani popolarmente conosciuti (quali Petite Fleur e la Ciarda di Monti) mettendo in evidenza anche le estreme doti di eclettismo tipiche di questi due strumenti ad ancia.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!