Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
opera anna mannella

La pittura che cattura la natura con il sentimento: Palazzo Ginanneschi ospita “Idee, Forme, Colori”

16/08 » 23/08/18

EVENTO GRATUITO
: Paese Castel del Piano, GR, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

CASTEL DEL PIANO – La sala polivalente di Palazzo Ginanneschi ospita dal 16 al 23 agosto la mostra della pittrice Anna Mannella “Idee, Forme, Colori”.

«L’eco della memoria – così inizia la descrizione della mostra di Piero Ardenghi – la pittura ha come essenziale prerogativa quella di rendere l’immagine visiva il più possibile aderente al linguaggio della natura. La via per questa funzione, psicologica prima e culturale poi, non ha alternative: è il sentimento. Queste impressioni sono ben rapportate nelle opere di Anna Mannella, gli ambiti fondamentali della sua ricerca sono ampi, dalla figura, al paesaggio, alla natura morta, ed in ogni suo lavoro l’istinto espressivo è tangibile. Questa sintonia con la natura, con il paesaggio, è indubbiamente il primo elemento di stimolante invito all’osservazione delle sue opere, le vibrazioni tonali delle sue composizioni, la leggerezza espressiva del modellato, rendono il suo lavoro un salutare tonico per gli occhi e per la mente. Il suo linguaggio stilistico, resta capace di immergere la forma nella più impercettibile delle atmosfere, è “primigenio”, proprio in questa lirica volontà di semplificazione, ammirare un paesaggio o una natura per quello che è, senza inutili abbellimenti o superficiali decorazioni. La sua visione espressiva si affida ad un naturalismo vibrante, colmo di passione, eppure sobrio, capace di liberarsi dall’accademismo, dall’esasperazione informale o dalla deformazione espressionista, nei suoi dipinti il colore e la forma ritrovano quell’attaccamento alla vita che l’impressionismo aveva iniziato ad esplorare con franca e libera ricerca».

«Nelle opere di Anna Mannella – dice Ardenghi – si intuisce come la forma sia un problema di sensibilità emotiva, le sue composizioni non alimentano alcuna trasgressione perché l’artista ha compreso come nell’arte non vi sia nulla da trasgredire, ma tutto da comprendere nel suo costante divenire, la sua pittura vive in una intrepida serenità, lontano da inutili angosce. Essa ha il pregio di non chiudersi in un linguaggio inaccessibile e riservato, ma di aprirsi con non comune facilità ad un dialogo infinito con i suoi estimatori. La realtà che Anna Mannella presenta nelle sue composizioni non è inventata, ma vissuta interiormente, filtrata da una “memoria” che poi si unisce alle potenzialità dell’arte: nelle cui infinite espressioni si cela la vera vita dell’uomo, l’autentica energia della natura».

Gli orari: da Lunedì a Venerdì 17,00 – 20,00 Sabato e Domenica 10,00-12,00 e 17,00 – 20,00

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!