Quantcast
Libri

La Libreria delle ragazze torna in presenza: venerdì la presentazione di “11 femministi” di Aryèle Boccara

28/05/21

: Libreria delle Ragazze - via Fanti 11/b - Inizio ore 18

GROSSETO – Gli appuntamenti della Libreria delle ragazze tornano in presenza. Venerdì 28 maggio alle 18, nella sede di via Fanti 11/b, la presentazione di 11 femministi di Aryèle Boccara.

La parola “femministi” riferita agli uomini suscita spesso ironia. Ma come, un uomo femminista, una contraddizione in termini… Qualcuno c’è stato, dice l’autrice, nel corso dei secoli qualche “illuminato” si è reso conto del dominio che gli uomini hanno esercitano per millenni sulla metà dell’umanità. Chi sono dunque questi pochi maschi che, nel corso della storia, sono stati capaci di osservare la donna con occhi diversi?

Aryèle Boccara, che è donna curiosa e priva di pregiudizi, ha fatto un giro del mondo per comporre la squadra di 11 nomi, «11 come una squadra di calcio, me ne sono accorta alla fine», dice divertita.

Dall’illuminista francese Condorcet («L’assurda esclusione delle donne dai diritti politici appare naturale perfino agli uomini più illuminati»), all’inglese John Stewart Mill, che nell’Ottocento scriveva: «La parità dei sessi nel diritto di famiglia e il suffragio universale miglioreranno gli uomini che smetteranno di sentirsi superiori solo perché maschi e metteranno fine alla schiavitù legale delle donne». E ci fa scoprire nomi che non conosciamo, come l’egiziano Qasim Amin, che invitava le donne a togliersi il velo, o l’indiano Bhimrao Ramji Ambedkar, autore della Costituzione moderna del suo paese che ha dato diritti alle indiane.

Oltre agli 11 «scelti per simpatia», l’autrice ha messo “in panchina” altri uomini, a ruota libera: dal filosofo etrusco Musonio Rufo al greco Plutarco, per restare al passato. Perfino Casanova e il cinico libertino Choderlos De Laclos, l’autore di Le relazioni pericolose. E nel presente scopriamo non con tanto stupore John Lennon e il premier canadese Trudeau… Infine, un omaggio a Stefano Ciccone, autore di Essere maschi e presidente dell’associazione e rete nazionale Maschile/Plurale: «con il protagonismo delle donne, finalmente anche i maschi possono liberarsi dagli stupidi stereotipi che accompagnano le loro vite».

ARYELE BOCCARA – Nata a Barcellona nel 1936, esule in Argentina con la famiglia in fuga dal franchismo, è stata medico condotto in Maremma dal 1970. Specializzata in medicina delle catastrofi, ha svolto missioni in tutto il mondo, dall’Iraq alla Bosnia, dall’Albania al Sudan.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!