Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Targhe intitolate a 4 donne

L8 MARZO 2018: tutti gli eventi promossi dalle associazioni femminili

06/03 » 16/03/18

EVENTO GRATUITO
: Città Grosseto, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

GROSSETO – Un pomeriggio di musica, letture, flashmob, e un corteo colorato che si snoderà nel centro della città, per esprimere la forza e la bellezza delle donne. Questo sarà il momento clou dell’8 marzo, preceduto e seguito da altre iniziative.

È il secondo anno che le associazioni femminili di Grosseto preparano e festeggiano insieme la giornata internazionale delle donne. Con un programma unitario, per mettere in evidenza come sia importante oggi stringersi intorno alla denuncia della violenza maschile – che continua a colpire, come dimostra l’ultimo atroce caso del carabiniere di Cisterna Latina – e affermare la propria forza. Una forza che sta crescendo, testimoniata dalle americane che guidano la protesta contro Trump e dalla risonanza della campagna #MeToo contro le molestie sessuali. Al primo posto la lotta contro la violenza e il sessismo, ma anche lavoro, parità di retribuzione, sostegno della maternità. Tutto questo e molto altro…

Programma
6 marzo
REL(AZIONI) CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE – Biblioteca ISGREC – ore 15/17
Inizia il corso di formazione sulla violenza di genere, in cui si alterneranno quattro dei maggiori esperti del nostro paese. Il 6 marzo Laura Schettini, dell’Università Orientale di Napoli, parlerà di “Storia e uso pubblico della violenza contro le donne”. Ecco le altre date: Simonetta Ulivieri, dell’Università di Firenze, “Condizionamenti educativi e violenze di genere” (15 marzo); Elisa Giomi, dell’Università RomaTre, “Genere e violenza nella cultura dei media” (9 aprile); Fabio Roia, magistrato, presidente della Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano, “Politiche, leggi e buone pratiche per fronteggiare i crimini contro le donne” (11 maggio). Il 9 aprile, dopo la relazione di Elisa Giomi, si terrà un incontro su “L’impegno dell’associazionismo grossetano contro la violenza di genere”, coordinato dalla consigliera di parità Laura Parlanti. Info e iscrizioni: segreteria@isgrec.it

8 marzo
CANTIAMO E DANZIAMO LA NOSTRA DIFFERENZA
Piazza Dante: alle ore 16 ci si ritrova con letture e musica. La piazza sarà animata da un flashmob della scuola di ballo della Uisp di Grosseto, istruttore Diego Bansti.
Piazza della Vasca: alle ore 17 parte il corteo, che concluderà la manifestazione in Piazza Dante con la danza delle candele, in un grande cerchio (ogni donna porta una piccola candela)
Coreografia di Patrizia Subazzoli. Dress code: nero e fucsia.
Tutte poi alla Libreria delle Ragazze, via Pergolesi 3/A
ore 20, aperitivo; ore 20,30 Il Coro delle donne di Magliano di Carla Baldini

10 marzo
LA FORZA DELLE DONNE: da Ragazze elettriche a “Non una di meno” – Clarisse Arte via Vinzaglio 27 – ore 9,30 – 12,30; 13,30 – 15,30
Seminario condotto dalla filosofa FEDERICA GIARDINI, docente all’Università RomaTre
Quali sono le caratteristiche e soprattutto quali sono oggi i confini della forza femminile? E quali sono i suoi rapporti con il potere? Federica Giardini guida la giornata di studio partendo come spunto dal romanzo distopico di Naomi Alderman Ragazze elettriche, che immagina un futuro in cui le ragazze si scoprono dotate di un potere elettrico nelle mani, che le rende fisicamente più potenti degli uomini. Corpo di donna e politica, coscienza di sé e possibile esercizio del potere. Su questi temi, accanto alla fiction, si analizzeranno il saggio a più voci Sensibili guerriere, curato dalla Giardini, e il programma di Non una di meno, il movimento femminista che mobilita migliaia di donne in tutto il mondo. Modera Donatella Borghesi.

16 marzo
LIDIA RESISTE: «Fino a quando avrò voce ci sarò»
Cgil, Salone Primo Maggio Via Repubblica Dominicana, 80G Ore 15
Il docufilm che il regista Massimo Tarducci ha realizzato su Lidia Menapace ci restituisce il ritratto di una protagonista del Novecento, oggi novantenne, che ha ancora molto da dire alle nuove generazioni. Ex partigiana, tra i fondatori del “Manifesto”, attivista e parlamentare, pacifista da sempre, Lidia si racconta davanti alla macchina da presa nella sua intimità, a un tavolo di cucina o passeggiando per strada.

Le iniziative sono promosse da “LA RETE DELLE DONNE DI GROSSETO” Arci gay – Associazione Raccontincontri – Associazione Rosa Parks – Centro antiviolenza Olympia de Gouges – Centro Donna – Collettivo Sirena Guerrilla – Collettivo transfemminista – Il cerchio delle donne – ISGREC – Libreria delle ragazze – Non una di meno – Rete antidiscriminazione grossetana – SPI Cgil

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!