Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Castiglione della Pescaia

il presidente del consiglio Giani presenta il libro “Architetture sacre della diocesi di Grosseto”

29/08/17

EVENTO GRATUITO
: Paese Castiglione della Pescaia, GR, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Il 29 agosto, alle ore 21, in piazza Solti, l’Amministrazione comunale di Castiglione della Pescaia, patrocinerà la presentazione dell’ultimo volume della collana Contributi per l’arte in Maremma, intitolato “Architetture sacre della Diocesi di Grosseto” a cura di Olivia Bruschettini.

Assieme all’autrice, saranno presenti sul palcoscenico naturale del borgo medioevale: Giancarlo Farnetani, sindaco di Castiglione della Pescaia ed Eugenio Giani, presidente del Consiglio della Regione Toscana.

“Nel mese di maggio – ricorda il sindaco Giancarlo Farnetani – abbiamo dato vita ad un’iniziativa denominata: “Miracoli prodigi e santi”, che ha riscosso un grande successo. Incaricammo Olivia Bruschettini, che si avvalse di importanti partecipazioni, fra i tanti: Carlo Citter dell’Università di Siena e la dottoressa Virginia Migliorini”.

“Stiamo portando avanti la valorizzazione dei cammini religiosi all’interno del nostro comune – aggiunge il primo cittadino – dove verranno messe in evidenza le opere d’arte legate al culto dei santi di questo territorio e molte sono già presenti all’interno di questo volume”.

Il progetto editoriale è finanziato dalla Fondazione Bertarelli,  nato diversi anni fa con monsignor Franco Agostinelli, allora vescovo della Diocesi di Grosseto, con l’intenzione di registrare  in modo quanto più completo possibile, non solo tutti gli edifici appartenenti alla diocesi, ma anche circa le notizie delle opere d’arte contenute al loro interno.

In questo nuovo lavoro, che prosegue la collana “Contributi per l’arte in Maremma”, è stato ricomposto la storia della diocesi, delle sue parrocchie e delle opere d’arte.

Il volume si basa anche su studi compiuti in passato da autorevoli storici, archeologi, architetti e storici dell’arte che hanno approfondito il territorio della diocesi, e si sofferma altresì su edifici sacri sussidiari o minori che sono collegati ad ogni singola circoscrizione ecclesiastica, assicurando anche informazioni relative alle opere d’arte in essi contenute.

In questo manuale non si esaminano chiese dirute o monasteri non più esistenti, ma è possibile che alcuni siano stati considerati brevemente perché tutt’oggi luoghi di pellegrinaggio e destinazioni legate al culto, come ad esempio l’eremo di San Guglielmo di Malavalle a Castiglione della Pescaia.

Il volume si apre con l’intervento di Tamara Gigli Sanesi circa la Storia della diocesi di Grosseto, che anticipa alcuni concetti fondamentali sulla costituzione delle diocesi e delle parrocchie nel corso dei secoli, prendendo in esame la nascita di quella grossetana.

Il testo della studiosa è rivolto a un pubblico vasto, non solo di esperti in materia, che potrebbe non conoscere i momenti storici attraverso i quali si è giunti alla conformazione delle diocesi e alle parrocchie attuali.

Il libro prosegue con gli interventi di Olivia Bruschettini e Alessio Caporali, che considerano tutte le parrocchie delle quattro zone pastorali diocesane (urbana, sub-urbana, minerario-costiera e collinare). Di ogni chiesa parrocchiale e degli edifici sacri secondari, siano essi cappelle private, cappelle delle case di riposo, oppure cappelle cimiteriali o oratori, si è effettuata una schedatura dell’edificio e degli oggetti o opere d’arte contenute al loro interno.

Le notizie ricavabili possono talvolta sembrare conosciute per un addetto ai lavori, ma sono rivolte anche a un pubblico che troverà soddisfazione nello scoprire voci, come quelle legate all’edificazione di un piccolo oratorio o cappella nella campagna maremmana, che segnalano un luogo di culto dedicato a un santo, legato alla devozione delle campagne. Questo genere di approfondimento, nuovo e rilevante, riconnette il lettore alle tradizioni religiose maremmane, delle quali si è perduta spesso traccia nonostante siano tanto importanti per la memoria collettiva e religiosa di una comunità.

La documentazione consultata prende anche spunto da recenti pubblicazioni come l’opera in due volumi compilata dal cancelliere di Curia Francesco Anichini, redatta tra il 1751 e il 1752, trascritta recentemente e pubblicata, oppure le numerose fonti documentarie, tra le quali citiamo la Visita apostolica di monsignor Francesco Bossi del 1576, le Visite pastorali conservate presso l’archivio curiale relative ai secoli XVIII e XIX, oltre alle Memorie di monsignor Astutillo Pellegrini del XX secolo, mai pubblicate.

All’interno di queste zone pastorali alcuni studiosi hanno fornito schede di approfondimento relative ad alcuni immobili, come ad esempio quella sull’architettura del monastero di Siloe, realizzata dall’architetto Edoardo Milesi; quella della chiesa di Alberese, redatta dalla funzionaria della Soprintendenza architetto Vanessa Mazzini; quella della moderna chiesa di Principina terra, eseguita dall’architetto Domenico Scopa. Ha invece approfondito la scheda dell’edificio dell’Arciconfraternita di Misericordia di Grosseto, la dottoressa Maddalena Corti, ex direttrice dell’archivio di Stato di Grosseto.

Il volume termina con il contributo dell’architetto Marco del Francia dedicato a “Gli edifici sacri contemporanei del territorio della Maremma”.

La notevole e vasta quantità di informazioni raccolte in questo tomo esulano dalla pretesa di aver concluso le ricerche, ma ci auguriamo possa servire per porre le basi di nuove future indagini.

Durante la serata sarà offerta una degustazione di vini dell’Azienda Collemassari ed un buffet proposto dall’Associazione ristoratori castiglionesi.

 

 

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!