Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Grey Cat diventa “Street Club”: appuntamento a Follonica

04/08 » 05/08/18

EVENTO GRATUITO
: Città di Follonica Follonica, GR, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

FOLLONICA – Anche quest’anno, per due giornate, il Grey Cat Festival esce dai teatri e dai grandi palchi per onorare le origini del proprio genere, ovvero scende in piazza tra la gente, alla ricerca di una libertà artistica e contemporaneamente si propone come un forte elemento di innovazione all’interno del festival, che quest’anno compie 38 anni.

Sarà il quartiere Senzuno ad ospitare per la seconda volta il Grey Cat Street Club, dopo il successo della scorsa edizione a grazie alla forte volontà dei commercianti e residenti.
Due giorni di iniziative, giovedì 2 e venerdì 3 agosto, che saranno dedicati a eventi, musica, spettacolo e arte attraverso il jazz in strada proprio per assaporare la musica coinvolgendo tutti in una festa e in una contaminazione di idee e di creatività.

Il progetto è ideato dall’assessorato alla cultura del Comune di Follonica in accordo con il direttore artistico Stefano Cocco Cantini e realizzato grazie al lavoro e alla creatività del Cantiere Cultura.
«Volevamo portare il jazz nelle strade farlo assaporare alla gente – ha detto Barbara Catalani, assessore alla cultura, durante la presentazione dell’evento direttamente nel quartiere Senzuno questa mattina – coinvolgere tutti in una festa, dimostrando a chi pensa che il jazz e questo festival siano ‘di nicchia’ che si stava sbagliando. Non c’è musica più universale del jazz che nasce per le strade e che si contamina con tutto ciò che incontra. Con questo spirito abbiamo invaso un quartiere popolare della nostra città lo abbiamo coinvolto direttamente in uno sforzo organizzativo e imprenditoriale mai provato prima e ne abbiamo ricavato una festa che ha conquistato il cuore della città e dei turisti ospiti. E’ un momento di grande condivisione in cui tutti gli abitanti del quartiere, sapientemente orchestrati da Stefano Scalzi e da Salvatore Acquilino, si mettono in gioco per restituire la loro versione di comunità. Musica, danza, teatro, arti visive, mercato artigianale e cibo diventano un’unica orchestra di elementi che danno la sensazione che il Grey Cat è vivo, si rinnova e si reinventa continuamente».

Infatti, le iniziative nei due giorni del Grey Cat Street Club sono tante; dal reading agli artisti di strada con la scuola di circo Mantica, dal teatro alla danza e naturalmente tanta musica che suonerà nei luoghi più svariati, dai balconi delle case alle barchette nel mare.

Giovedì e venerdì, presso Congo bar, dalle 18.30 ci saranno presentazioni di libri con aperitivo e musica live che giovedì vedrà protagonista Tito Blues. Al giardino della scuola di via Palermo sono in programma, alle 18.30, spettacoli delle scuole di musica e dalle 21.00 spettacoli di teatro. Giovedì 2, via della Repubblica, dalle 21 sarà animata dallo spettacolo “Danza e teatro” di e con Francesca Angotti e da musica jazz presso Ristorante Bezzuga, Congo Bar, Sox Cafè. Venerdì 3, via spiaggia di Levante ospiterà “Musica e balli popolari della tradizione italiana” con Francesca Angotti e i Suonatori della Boscaglia. Entrambi i giorni del festival, dalle 19 la Fantomatik Orchestra, il progetto musicale diretto da Stefano Scalzi come gruppo funky, soul e rhythm’n’blues, con influenze etno, pop e dance suonerà nelle strade coinvolte e sulla spiaggia affiancando i vari spettacoli di artisti di strada. La giornata di venerdì 3 inizia con una matiné con musica jazz presso la pasticceria Peggi. Le due giornate si concluderanno presso Circolo Cala Violina.
Il 2 e il 3 agosto, nelle vie coinvolte, saranno presenti un mercatino dell’artigianato, del vinile e dell’editoria, installazioni artistiche e Street Art con gli artisti Mantica e Akita Manera. Sarà allestito uno Street Restaurant in via della Repubblica.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!