le muse

“Il Giglio è lirica Festival” si conclude con l’opera buffa

13/08/20

: Giglio Castello - Giglio Castello, GR, Italia - Inizio ore 21.30

ISOLA DEL GIGLIO  – L’undicesima edizione de “Il Giglio è lirica Festival” si concluderà con arie e duetti d’Opera del repertorio buffo interpretata da Linda Campanella (Soprano) e Matteo Peirone, ensemble le muse, diretto dal maestro Andrea Albertini, nella cornice della Piazza della Rocca nei pressi di Giglio Castello, alle 21,30: appuntamento il 13 agosto.

“Un viaggio dall’opera buffa fino al musical all’insegna del buonumore e del divertimento”.

Linda Campanella “Soprano,diplomata brillantemente sia in pianoforte che in canto, si è perfezionata con Renata Scotto, Rockwell Blake e Robert Kettelson. Ha iniziato la carriera interpretando i principali ruoli del repertorio per soprano lirico-leggero di coloratura. Intensa l’attività d’incisione discografica soprattutto in ambito barocco e notevole il repertorio che vanta nell’ambito della liederistica. Molto apprezzata lo è anche nel repertorio sacro e in quello della musica contemporanea. Protagonista nella Figlia del Reggimento al Teatro Coccia di Novara, Adina nell’Elisir d’amore a Toledo in Spagna,Sofia nel Signor Bruschino a Torino sotto la direzione di Claudio Desderi, è stata scelta come protagonista dell’esecuzione e incisione in prima mondiale della Agnese di Paër insieme ai Barocchisti diretti da Diego Fasolis. Nella stagione 2010/11 è stata Gilda nelRigoletto a Bergamo, al Teatro Giglio di Lucca, a Sassari e al Teatro Verdi di Pisa. Da ricordare anche le sue interpretazioni rossiniane in collaborazione con l’Opera Giocosa di Savona, come protagonista in Signor Bruschino, Cambiale di matrimonio e Italiana in Algeri. Ha ottenuto un grande uccesso nel ruolo di Adina nell’Elisir d’amore al Festival Donizettiano di Bergamo, a Tokyo, Yokohama, Morioka, Nagoya, Toledo, Saragoza, Alicante, Palma de Mallorca, Novara, Asti, Alessandria, Savona, Massa Marittima e altri teatri di tradizione”.

Matteo Peirone “Ha studiato canto con Franca Mattiucci, Paolo Montarsolo, Renata Scotto. Ha vinto numerosi Concorsi Lirici: tra questi spiccano l’ASLICO Milano e il Verdi di Parma.

Ha cantato nei principali teatri lirici italiani e stranieri evidenziandosi come interprete dei principali ruoli di Basso Buffo o brillante e in altri ruoli di carattere. Costantemente invitato dal Teatro alla Scala di Milano, ha cantato sotto la direzione del Maestro R. Muti ne Le Nozze di Figaro sia a Milano che a Ravenna insieme ai Wiener Philarmoniker. Intensa la sua attività all’estero: Barbican Hall di Londra, Teatro de la Bastille di Parigi, Opera du Rhin di Strasburgo, Montpellier, ABAO di Bilbao, Siviglia, Staatsoper di Dresda, Francoforte, Opera di Bonn, Bunka Kaikan Tokyo, Palm Beach Opera. Ha inciso per la Decca il ruolo del Sacrestano nella Tosca diretta da Zubin Metha e con la TDK: La Bohéme della Scala e Xerses con les Talents Lyrique di Ch. Rousset.

Ha cantato il ruolo di Mamma Agata nella produzione di Viva la Mamma alla Semperoper di Dresda, Dulcamara ne’ L’Elisir d’amore a Tel Aviv, alla Palm Beach Opera House negli USA,al Regio di Parma, al Festival Donizettiano di Bergamo, Benoit/Alcindoro ne’ La Bohéme per l’anno pucciniano alla Scala, al Festival di Stresa e per il Festival MITO, il Sagrestano in Tosca al Maggio Musicale di Firenze, al San Carlo di Napoli, all’Opera di Roma, a Bilbao, a Siviglia, al Regio di Parma e all’Opera Bastille di Parigi. Nel 2010 ha soggiornato a lungo in Giappone dove ha interpretato con grande successo il ruolo di Dulcamara ne’ L’Elisir d’Amore con il teatro Donizetti di Bergamo e Benoit/Alcindoro ne La Bohéme al Teatro Regio di Torino poi in tournée a Tokyo, Cina e Shanghai per l’Expo 2010.

Alla Palm Beach Opera House debutta nella primavera 2011 come Don Alfonso nel Così fan tutte di Mozart.

E’ l’interprete del ruolo di Sagrestano in Tosca presso l’Opera Bastille di Parigi e sotto la direzione di Gianandrea Noseda al Teatro Regio di Torino e al Festival di Verbier in diretta web mondiale. Ha collaborato con alcuni dei più grandi registi (Miller, Ronconi, Vick, Zeffirelli) e direttori d’orchestra  (Bartoletti, Dudamel, Metha, Muti, Noseda, Oren, Rizzi, Thielemann). Intensa la sua attività come scrittore di spettacoli e interprete di concerti nei quali diffonde le “perle” del repertorio buffo italiano”.

Andrea Albertini è nato nel 1966, il Maestro Albertini si è diplomato in pianoforte presso il conservatorio “N. Paganini” di Genova con il maestro Danilo Macchioni. Ha ultimato i corsi di Organo e direzione corale presso la Scuola Diocesana di musica sacra di Tortona con il maestro G. Scappini, il corso speciale per collaboratori al pianoforte con il maestro R. Cognazzo ed il corso di direzione d’orchestra presso l’Accademia Musicale Pescarese con il maestro Antonio Cericola e con il maestro Paolo Ferrara presso il Conservatorio di Alessandria e nell’ambito del festival Barbaresco Musica.

E’ pianista accompagnatore del coro “G. Verdi” di Pavia. Come direttore del coro “Bandello” di Castelnuovo Scrivia ha approfondito gli scritti sacri del tortonese Lorenzo Perosi. Ha collaborato con la scuola di perfezionamento vocale e scenico del Mezzosoprano Franca Mattiucci, con la quale ha già partecipato alla realizzazione di diverse opere liriche e concerti anche con importanti solisti (P. Cappuccilli, R. Lantieri, F. Mattiucci, K. Johanson, M. Alvarez, K. Ricciarelli, G. Zancanaro, P. Ballo…) e per prestigiose sedi in Italia e all’estero (Teatro dell’Arte di Milano, Società del quartetto di Milano, Duomo di Milano, Sala Grande del Conservatorio di Lussemburgo, Festival verdiano di Vigevano, Premio Violetta di Parma, Teatri civici di San Marino, Ferrara, Pavia, Tortona, Soresina, Boario Terme, Circolo Donizetti di Bergamo).

Ultimamente collabora come direttore con l’“Orchestra Classica di Alessandria”, con la quale ha registrato in prima assoluta la “Messa n. 7” di C. Gounod e l’inedito “Magnificat” per tenore, coro e orchestra di L. Perosi.

Nel 2012 fonda l’Ensemble LE MUSE con il quale inaugura nel luglio scorso con un concerto ,alla presenza delle principali autorità governative europee, il semestre di presidenza italiana all’Unione Europea ed ottiene nel 2017 L’Alto Patronato della Repubblica Italiana per il progetto Omaggio a Morricone, che lo portato nel 2018 in tourneè in Thailandia e negli U.S.A. Nel settembre 2018 dirige presso l’Opera Garnier di Montecarlo un Galà Lirico per la Fondazione Carlyle”.

Orchestra Ensemble Le Muse “Formato da strumentiste cresciute artisticamente nei principali Conservatori del Nord Italia (Milano, Torino, Genova, Parma). Dopo esperienze di perfezionamento in Accademie Musicali come Fiesole, Santa Cecilia a Roma , Chigiana a Siena, Prix Virtuositè a Ginevra, arricchiscono sul campo il loro bagaglio musicale lavorando per Enti Lirici come Carlo Felice (Genova), Regio (Torino), Fenice (Venezia), Teatro alla Scala (Milano),nel 2007 nasce il PROGETTO MUSE, grazie ad una idea del maestro Albertini Andrea. L’attività concertistica ha portato il gruppo ad esibirsi nelle principali sale da concerto di tutto il mondo. Da ricordare le principali tappe di una grande crescita di successi.  Nel luglio del 2015 LE MUSE aprono ufficialmente il semestre di presidenza italiana alla Comunità Europea con due concerti presso l’Auditorium del Conservatorio di Ankara e presso Palazzo Venezia ad Istanbul”.

 

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!