Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Igor Righetti

Il “ComuniCattivo” Igor Righetti a teatro per raccontare la vita dello zio Alberto Sordi

13/05/17

EVENTO A PAGAMENTO
: Teatro degli Industri Teatro Degli Industri, Via Giuseppe Mazzini, Grosseto, GR, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

GROSSETO – Arriva a Grosseto l’evento itinerante “Alberto Sordi, la vita privata di un commediante” dedicato al re della commedia italiana, l’artista ancora amatissimo che ha percorso la storia del Paese e dei suoi abitanti dal Dopoguerra alla fine del secolo dimostrando di essere un analitico osservatore della nostra società. L’evento si terrà sabato 13 maggio alle 21 al Teatro degli Industri (ingresso intero 10 euro, ridotto 8 euro).

Lo spettacolo, promosso dal Comune di Grosseto, è ideato e condotto da Igor Righetti, nipote del grande attore da parte della madre Maria Righetti, giornalista e docente universitario di Comunicazione, il celebre “ComuniCattivo” di Rai Radio 1 e di RaiDue. Sul palco saliranno anche il cugino dell’Albertone nazionale, Renato Ferrante, la cui somiglianza con l’attore è impressionante, e Patrizia de Blanck la quale ebbe una relazione sentimentale con Alberto Sordi. L’evento risulta ricco di emozioni, di ampio interesse, coinvolgente e molto divertente così come era il grande attore. L’ obiettivo è di presentare Sordi sotto un profilo intimistico tramite aneddoti e ricordi familiari, attraverso immagini e video rari nonché foto provenienti dagli album delle famiglie Righetti e Sordi.

L’Albertone nazionale era riservatissimo, non amava l’ostentazione e la sua vita privata era blindata. Durante lo spettacolo, organizzato da Natalino Galgani, il pubblico scoprirà le sue abitudini, i suoi rimpianti, le sue manie, i suoi amori mai svelati, la sua umanità verso i più bisognosi, il suo modo di affrontare la vita, il suo rapporto con la famiglia, i giovani, la spiritualità, il suo pensiero sulla politica italiana.

E ancora: come nasce la leggenda della sua presunta avarizia, perché non si è mai sposato, perché non ha mai fatto un programma televisivo tutto suo e come nascevano i protagonisti dei suoi film.

È prevista anche l’interazione con il pubblico attraverso un game-show con domande legate alla vasta produzione cinematografica di Alberto Sordi. Chi risponderà esattamente alle domande riceverà in omaggio una copia dell’ultimo ironico e graffiante libro di Igor Righetti “Italia supposta – Una Repubblica fondata sulla prostata” dedicato al suo illustre zio.

“Nei miei programmi radiotelevisivi in Rai – spiega Igor Righetti – ho sempre ricordato mio zio sia il 15 giugno, giorno della sua nascita, sia il 24 febbraio, data della sua scomparsa. Da alcuni anni, inoltre, tengo viva la sua memoria con questo evento itinerante che ho ideato e che porto nei teatri, nei multisala, nelle arene estive e nelle piazze d’Italia. Ho pensato a questo spettacolo perché anche i più giovani si ricordino di lui in quanto ho notato che i miei studenti universitari più giovani non sanno chi siano alcuni grandi attori che hanno fatto il cinema italiano come Vittorio Gassman, Vittorio De Sica, Ugo Tognazzi, Nino Manfredi e Marcello Mastroianni.

In omaggio di Alberto ho anche creato la pagina ufficiale su Facebook ‘Alberto Sordi Forever’. Mio zio, nella sua ironia, riesce a essere attuale ancora oggi. Basti un suo pensiero: ‘La nostra realtà è tragica solo per un quarto: il resto è comico. Si può ridere su quasi tutto’. Sembra una battuta per descrivere la situazione italiana di oggi.

Alberto, in effetti, non è mai morto. È ancora vivo in tutti noi grazie alle opere che ci ha lasciato e che lo hanno reso immortale. Un artista che ci ha regalato tanti momenti di felicità va ringraziato in quanto, a suo modo, benefattore dell’umanità”.

Un evento unico per scoprire il lato privato di un grande artista come Alberto Sordi. La regia è di Emanuele Massari.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!