Quantcast
polo universitario università

I più antichi statuti della città nel libro “Statuta civitatis Grosseti”: venerdì la presentazione

07/05/21

: - Inizio ore 11

GROSSETO – Nell’ambito del ‘Cartellone degli eventi 2021’, venerdì 7 maggio alle ore 11, sarà presentato in streaming sul sito www.polouniversitariogrosseto.it e sulla pagina YouTube della Fondazione Polo Universitario Grossetano il libro dal titolo “Statuta civitatis Grosseti (1421-1422)”, a cura di Maura Mordini e pubblicato nella collana “Fonti di storia senese” dell’Accademia Senese degli Intronati, della quale la Curatrice è socio ordinario.

Nel volume sono editi i più antichi statuti del comune di Grosseto, redatti in latino nel 1421 e tradotti in lingua volgare l’anno successivo. Per meglio apprezzare il contenuto e le vicende di questa fonte normativa, nell’Introduzione è stata ricostruita la ‘storia’ dello statuto, dalla sua prima attestazione (1203) ai motivi che hanno portato a Firenze il codice manoscritto originariamente conservato a Grosseto, nei locali della cancelleria comunitativa, che aveva sede nel Palazzo dei Priori, demolito nel secolo scorso per dare una nuova veste a piazza del Duomo.

Oltre a una sintesi sulla storia di Grosseto fino al XV secolo, nell’Introduzione si legge anche un capitolo dedicato al notaio estensore dello statuto, ser Naddo di Pietro, che seppe agire per incarico delle comunità locali (oltre Grosseto, anche Montalcino, Radicondoli e Montepescali), in modo da armonizzare la loro legislazione particolare con quella della città dominante, nel nuovo contesto istituzionale che stava definendo lo stato di Siena dall’inizio del Quattrocento.

Alla presentazione parteciperanno Maura Mordini, docente di Storia del diritto medievale e moderno del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Siena, Sonia Carmignani, prorettrice dell’Università di Siena, Eloisa Azzaro, responsabile dell’Archivio di Stato di Grosseto, Alarico Barbagli dell’Università ‘Magna Graecia’ di Catanzaro, ed Anna Bonelli, direttrice della Biblioteca Comunale Chelliana di Grosseto.

Modererà l’evento Chiara Valdambrini, direttrice scientifica del Museo Archeologico e d’Arte della Maremma – Museo di Arte Sacra della Diocesi di Grosseto, mentre i saluti istituzionali saranno portati da Luca Agresti, assessore alla Cultura del Comune di Grosseto.

“Si tratta di un’opera importante che apporta un considerevole contributo alla storia locale, in particolare relativa ad un’epoca, quella che va dal XIII al XV secolo, di particolare interesse per lo sviluppo civile, militare ed architettonico di Grosseto”, ha affermato la presidente della Fondazione Polo Universitario Grossetano Gabriella Papponi Morelli.

La partecipazione alla conferenza è gratuita e l’evento rimarrà fruibile sul canale YouTube della Fondazione Polo Universitario.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!