Cultura
giovedì
23
Dicembre

“I giorni e le opere. Pagine sul lavoro in Maremma”: l’Arci presenta il nuovo calendario

Evento Terminato

giovedì
23
Dicembre
arci manciano
  • DOVE
  • CONDIVIDI

MANCIANO – “I giorni e le opere. Pagine sul lavoro in Maremma” è il 12esimo calendario Arci Manciano, quest’anno in collaborazione con Spi-Cgil Colline del Fiora e sarà presentato al Circolo giovedì 23 dicembre alle 17.30

«Quasi tremila anni fa ci fu un uomo, un poeta, nell’antica Grecia: si chiamava Esiodo, e scrisse un poema lungo più di ottocento versi: quel poema parlava di lavoro. “Le opere e i giorni”, si intitolava: “I giorni e le opere”, con un’inversione che nulla cambia al concetto, abbiamo intitolato questo nuovo calendario, aperta citazione per richiamare un mondo che, fino a non molti anni fa, non differiva poi così tanto, per organizzazione economica e tecnologie, da quello raccontato dal poeta di Ascra in un passato che si perde nella notte dei tempi. Di agricoltura parlava, soprattutto, di quel legame profondo e primigenio fra l’uomo e la terra, i suoi ritmi, le sue stagioni. Un legame oggi perduto? Sì, verrebbe da dire, guardando alla frenesia dell’età contemporanea, al parossismo del consumo, alla fretta che è cattiva consigliera, al culto della merce e del denaro, allo scempio dei territori e delle vite umane in nome del guadagno e del profitto».

I giorni e le opere. Pagine sul lavoro in Maremma” è il dodicesimo calendario pubblicato dall’Arci Manciano. Il progetto, nato nel 2010, ha visto il Circolo collaborare con diverse forze sociali attive sul territorio e toccare temi che vanno dalle mutazioni urbanistiche del centro di Manciano alla divulgazione di repertori fotografici organici, come collezioni di cartoline o raccolte monografiche; dalla nuova, ma già ben radicata, tradizione del Palio delle Botti alla storia del Novecento in Maremma.

«Un calendario, un prodotto culturale di conforto, che ha una fruizione quotidiana e a volte distratta, può avere moventi e finalità più lontane e nobili: occasione di condivisione di materiali e di testimonianze, ricomposizione di un’identità che rischia di essere dispersa nella velocità e nel disordine dei mutamenti sociali, e infine divulgazione della nostra storia comune grazie al progetto e alla cura di un archivio virtuale di comunità».

segnala il tuo evento gratuitamente +

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI