Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
treno verde 2018

Grosseto unica tappa del Treno Verde, un’intensa due giorni dedicata all’energia pulita

09/03 » 10/03/18

EVENTO GRATUITO
: Città Grosseto, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

GROSSETO – Il capoluogo maremmano sarà l’unica tappa toscana del Treno Verde di Legambiente che, nel 2018, vede protagoniste della campagna, in collaborazione con Ferrovie dello Stato, energia pulita, efficienza energetica e innovazione.
La campagna, che vede anche la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare e giunta quest’anno alla 30° edizione, sarà a Grosseto il 9 e 10 marzo.

Il viaggio del convoglio ambientalista, iniziato il 21 febbraio da Roma Termini, sarà dedicato all’energia pulita, alle reti elettriche “intelligenti”, all’efficienza e alla mobilità sostenibile per un Paese proiettato verso un futuro 100% rinnovabile, che si prepara alla fine dell’era fossile, in linea anche con il Pacchetto Energia e Clima 2030, presentato dalla Commissione Europea e ancora in fase di discussione. Saranno riportate le esperienze di enti locali, aziende, famiglie che già hanno attuato la rivoluzione energetica rinnovabile. Inoltre, per compensare le emissioni di CO2 del tragitto del Treno Verde, AzzeroCO2, Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane piantumeranno alberi in aree e parchi italiani

“Da oggi al 2030 il passo è breve- afferma Angelo Gentili della Segreteria nazionale di Legambiente- e l’Italia e l’Europa hanno ancora molta strada da fare senza perdere altro tempo. I cambiamenti climatici sono una grande emergenza e producono conseguenze sempre più devastanti in tutto il mondo. Gli attuali impegni di riduzione delle emissioni non bastano, con la campagna del Treno Verde vogliamo chiedere all’Europa obiettivi più rapidi e mirati nel Pacchetto Energia e Clima 2030 e all’Italia di svolgere un ruolo da leader nel cambiamento del sistema energetico”

“Quest’anno il Treno Verde si caratterizza per la sua proiezione al futuro. – continua Fausto Ferruzza, Presidente di Legambiente Toscana -Lo scenario 2030 segnala, infatti, l’obiettivo concreto del superamento definitivo dell’energia fossile. Da questo punto di vista, la scelta di coinvolgere come tappa toscana la sede di Grosseto, per noi acquisisce un valore aggiunto speciale, essendo il nostro Circolo sede nazionale per lo sviluppo delle fonti rinnovabili e luogo della 30° edizione di Festambiente. Buon lavoro e buon Treno Verde a tutti!”

Al centro delle 12 tappe ci sarà la transizione verso un modello energetico più giusto e sostenibile, con le tantissime esperienze virtuose che saliranno a bordo del Treno Verde, che Legambiente premierà come “I RinnovABILI”: realtà che hanno scommesso su nuovi modelli energetici attraverso rinnovabili, efficienza, nuove forme di mobilità sostenibile e che fanno a meno di petrolio, gas e carbone.

In ogni tappa Legambiente presenterà, inoltre, l’edizione regionale di Comuni Rinnovabili (realizzato grazie al contributo di Enel Green Power), il rapporto che da 12 anni fotografa lo sviluppo delle fonti rinnovabili nei territori italiani. In questi anni le fonti rinnovabili, infatti, hanno non solo superato il 32% del fabbisogno elettrico nazionale, ma grazie al milione di impianti di tutte le taglie e distribuite su tutto il territorio italiano, hanno rivoluzionato il sistema energetico del nostro Paese. Già dal 2015, infatti, il 100% dei Comuni italiani possiede almeno un impianto da fonte rinnovabile e in poco più di dieci anni la produzione da energie pulite è passata da 51,9 a 103,5 terawattora (TWh), facendo registrare un incremento nella produzione del 99%.

Anche il monitoraggio scientifico che, come sempre, accompagnerà il viaggio del convoglio ambientalista, presenta quest’anno diverse novità. Saranno, infatti, portati a bordo i risultati delle attività di monitoraggio della nuova campagna di Legambiente Civico 5.0 dedicata ai temi dell’efficientamento energetico in edilizia e della sharing economy condominiale “In Italia – ricorda Legambiente – ci sono oltre due milioni di edifici residenziali in mediocre e pessimo stato di conservazione e rappresentano il 17% del totale e secondo un’analisi del CRESME la grande maggioranza è stata realizzata fino ai primi anni ‘90, quando l’attenzione a tematiche come il risparmio energetico e l’antisismica era pressoché nulla”.

Il 9 marzo alle 10 verrà inaugurata la tappa grossetana, seguirà una conferenza su edilizia sostenibile ed efficienza energetica. Gli incontri proseguiranno alle 15 con un tavolo su agricoltura e innovazione contro i cambiamenti climatici, in cui verranno presentate le esperienze di spicco nazionali e internazionali. Cittadini e studenti potranno salire a bordo del Treno Verde nelle giornate del 9 e 10 marzo per visitare la mostra didattica e interattiva, allestita all’interno delle quattro carrozze, che permetterà di toccare con mano le sfide che abbiamo di fronte da qui al 2030, per segnare la fine dell’era delle fonti fossili e per dare una risposta efficace alla drammaticità dei mutamenti climatici.
La mostra allestita a bordo treno sarà dalle 8,30 alle 14 per le scuole prenotate e dalle 16 alle 19 per tutti i visitatori.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!