Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Massa Marittima Palazzo Abbondanza

Fotografia d’autore a Massa con “Photographando 2017”

18/08 » 27/08/17

EVENTO GRATUITO
: Palazzo dell’Abbondanza Palazzo dell'abbondanza massa marittima

Attenzione l'evento è già trascorso

MASSA MARITTIMA – Sarà la fotografa Cristina Garzone la protagonista principale di “Photographando 2017”, mostre e incontri dedicati alla fotografia d’autore che da venerdì 18 agosto – inaugurazione ore 17.30 – fino al 27 agosto si svolgeranno nel Palazzo dell’Abbondanza in via Carlo Goldoni 1 a Massa Marittima ( Gr). Un evento organizzato dal Gruppo Fotografico Massa Marittima con il Patrocinio e il contributo del Comune di Massa Marittima. Cristina Garzone ( qui la biografia), fotografa e reporter di grande fama con all’attivo numerosi premi e mostre personali nata a Matera ma che vive a Firenze dal 2000, espone la mostra “Misticismo copto”, 60 scatti di grande forza e suggestione che raccontano i luoghi di culto cristiani copti in Africa. All’inaugurazione saranno presenti l’autrice, Silvano Bicocchi direttore dipartimento Cultura della FIAF( Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) che presenterà il progetto nazionale Capolinea oltre a Carlo Lucarelli Delegato Regionale Toscana FIAF.

“Misticismo: l’esperienza che impegna la vita interiore dell’uomo di fronte a una realtà misteriosa – scrive di lei il critico Carlo Ciatti- , senso di religiosità profonda per cui si aspira a una vita totalmente spirituale. Ecco, questo si vede rappresentato nell’opera di Cristina Garzone. Silenzio e riflessione ispirano le foto facenti parte della silloge fatta di colori sereni, ferme posture di persone oranti. Molti sono i simboli che figurano, la Croce copta ricorre più volte nella sua sembianza di chiave. L’opera mostra una chiesa ipogea, la luce è scarsa in quei luoghi, la dote di qualità fotografica operata dall’Autrice ha saputo porre il tutto nella luce del suo progetto iniziale, l’idea centrale che l’ha spinta a questa realizzazione fotografica, progetto di buona fotografia”. La stessa Garzone incontrerà il pubblico sabato 19 agosto nel Palazzo Dell’Abbondanza alle ore 21.15 nell’ambito di “Incontri con l’autore” presentata da Carlo Ciappi. Si parlerà della mostra “Misticismo copto” ma anche degli altri lavori e reportage in giro per tutto il mondo realizzati dalla fotografa come “Sguardo ad oriente”e da “Lalibela all’Omo River”.  A completare il programma della rassegna la mostra collettiva dei soci ( in tutto 27) del Gruppo Fotografico Massa Marittima proiezione in continua delle immagini del progetto FIAF “Capolinea” da parte del Laboratorio di Cult 009  coordinato da Paolo Cappellini che ha visto impegnati molti fotografi della Provincia di Grosseto su vari temi, dal sociale, al tema della memoria al paesaggio e la natura.

Si tratta di una parte di progetto nazionale organizzato in 12 laboratori locali dove si sviluppano progetti fotografici indipendenti con scambi di opinioni, immagini e incontri grazie alla piattaforma di Agorà di Cult (FIAF). a fotografia ha segnato un Capolinea naturale tra prima e dopo la sua nascita. “La memoria è quindi il nostro Capolinea naturale – spiega Cappellini- e come appassionati fotografi è iniziato tutto con la nascita della fotografia. Un Capolinea inteso come punto di partenza, per un viaggio verso orizzonti sconosciuti del nostro vissuto. Ogni scatto è un punto di arrivo”.  I fotografi tra provincia di Grosseto e Livorno che hanno partecipato al progetto “Capolinea” ( tra parentesi il tema del loro lavoro) sono per il Gruppo Fotografico Massa Marittima BFI: Massimo Pelagagge (orizzonti lontani), Lorenzo Chiea (miniera), Riccardo Chiea (poi rinascerò), Fabio Sartori (trasformazione), Luca Pratelli (Il Piroscafo). Per l’Associazione fotografica Riflessi di Grosseto: Federico Giussani (l’Uccellino Azzurro), Marta Zanobii (la vita nei tuoi occhi); Claudio Paoli (negli spazi immensi del grande nord, non esiste nessun capolinea), Pietro Mastronardi (impiccagione su onirica melodia), Federica Venturi (battito animale), Fabio Pagnini (il volontario), Mario Filabozzi (crocevia), Maurizio Polla (vita in campagna), Marina Ceccarini (sala d’attesa). Per il Collettivo Civico 64 di Piombino: Paolo Cappellini (rimandi), Walter Calvi (capolinea), Annalisa Fossi (Piombino non deve chiudere), Nicola Cordini (il capolinea dell’umanità), e infine per il Fotoclub di Follonica Michele Cimini (Marta). Le mostre di Photographando 2017 si possono visitare ad ingresso libero tutti i giorni fino al 27 agosto 2017 dalle ore 17 alle 20 e dalle 21 alle 22.30. Informazioni: www.fotografitoscani.it

 

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!