Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Auditorium Teatro comunale Santa Fiora

”È teatro”: parte la quarta stagione teatrale di Santa Fiora: in scena anche i “big” del teatro italiano

18/01/18

EVENTO GRATUITO
: Nuovo Teatro Comunale Via San Rocco, 15, Santa Fiora, GR, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

SANTA FIORA – Inizia “È teatro”, la quarta stagione teatrale del Comune di Santa Fiora. Sul palcoscenico dell’Andrea Camilleri grandi nomi dello spettacolo si alterneranno a interessanti proposte di teatro amatoriale.

Il primo appuntamento che inaugurerà la rassegna è “I due treni, Lenin e lo Zar. Cronache di una rivoluzione”, una produzione di Elastica srl, di e con Ezio Mauro, in programma sabato 20 gennaio, alle 21. Oltre 100 anni fa la rivoluzione che ha segnato la storia del Novecento ed Ezio Mauro, corrispondente da Mosca per La Repubblica negli anni della Perestrojka, con gli strumenti della cronaca, racconta Lenin e lo Zar, i due treni della Rivoluzione d’ottobre. Lo spettacolo di Mauro è un reading accompagnato da grandi immagini dell’epoca e dalla voce fuori campo di Ivano Marescotti.  Il tour teatrale di “I due treni, Lenin e lo Zar. Cronache di una rivoluzione” è partito il 4 ottobre scorso, da Vicenza per toccare poi diverse città italiane.

Il palcoscenico del teatro comunale di Santa Fiora ospiterà anche la comicità di Max Paiella con “Solo per voi” in programma il prossimo 10 marzo e l’originale ironia di Enzo Iacchetti che il 7 aprile presenterà il suo nuovo spettacolo “Libera Nos Domine”. Momenti di grande teatro si vivranno il 20 febbraio con lo spettacolo “Miseria e Nobiltà” che vede la regia firmata da Michele Sinisi.

Per la Fondazione Santa Fiora Cultura, organizzatrice della rassegna, quella che sta per iniziare è un’importante stagione dove di nuovo, diverse proposte teatrali si alterneranno e sapranno coinvolgere un pubblico sempre più ampio e variegato.

Per il sindaco di Santa Fiora, si tratta di un’altra entusiasmante rassegna che va a confermare l’importanza del teatro comunale di Santa Fiora nel contesto amiatino e provinciale. Ogni anno il Comune investe nella stagione teatrale, consapevole della funzione sociale e culturale che il teatro svolge.

Da gennaio ad aprile, in quattro mesi otto spettacoli, eccoli di seguito:

Sabato 20 gennaio  alle  21.00 “I due treni, Lenin e lo Zar. Cronache di una rivoluzione”
Produzione Elastica srl, di e con Ezio Mauro in collaborazione con La Repubblica.
Oltre Oltre 100 anni fa la rivoluzione che ha segnato la storia del Novecento. Ezio Mauro, corrispondente da Mosca per La Repubblica negli anni della Perestrojka, con gli strumenti della cronaca, racconta Lenin e lo Zar, i due treni della Rivoluzione d’ottobre. Lo spettacolo di Ezio Mauro è un reading accompagnato da grandi immagini dell’epoca e dalla voce fuori campo di Ivano Marescotti.

Domenica 11 febbraio, alle 17.00  “Teatro Breve
”

Regia di Andrea Giannoni

All’interno della vita sociale di una piccola isola, una minuzia di personaggi si dibattono in spazi angusti, depositari di umori a volte fugaci, surreali, focosi e poetici. Persone che s’incontrano, si parlano addosso, si amano e si spiano, cantano e si disperano. Un omaggio al grande Eduardo attraverso tre, tra i suoi più straordinari atti unici.

Martedì 20 febbraio, 21.00 “Miseria & nobiltà” 

Produzione Elsinor Centro di Produzione Teatrale regia di Michele Sinisi.

Reinterpretando un mito della modernità, Michele Sinisi racconta una storia tipicamente italiana, capace di essere attuale e autentica sia dentro che fuori la scena. Lo spettacolo, finalista al premio Hystrio Twister 2016 e al premio Anct 2016, è un’occasione per interrogarsi sulla vita di oggi. Miseria & Nobiltà ritorna all’antico testo, riscoprendosi rito nell’oggi con una squadra di attori che si impossessano della scena.

Domenica 4 marzo, alle 17.00 I merlu e la saetta”, ‘nsomma, la fine dell’Olimpu”


Commedia della compagnia teatrale amatoriale “I Giubbonai”.
Nell’ Olimpu regna il silenzio, la gioia e la pace. “Zeusse, I’ comannantone” vorrebbe tenere tutto sotto il suo controllo, ma gli amori dei suoi innumerevoli figli e le vicissitudini degli Dei e delle Dee che si presentano al cospetto del suo trono, animeranno la vita “tranquilla” dell’ Olimpo. Una commedia originale in dialetto pitiglianese e ricca di colpi di scena.

Sabato 10 marzo,  alle 21.00 “Solo per voi”


Produzione Promomusic, regia di Max Paiella

Nel suo spettacolo Max Paiella si muove tra il serio e il faceto su un territorio spinoso. Imbracciando la chitarra guida il pubblico attraverso le zone umane e sentimentali più oscure e più radiose, tra rabbia e felicità, malinconia e paura, segnando un percorso spensierato in compagnia dei suoi personaggi più strepitosi, delle sue imitazioni più esilaranti e delle sue canzoni più emozionanti.

Sabato 24 marzo, alle 21.00 “Napoli Milionaria”
Produzione Il Teatraccio, regia di Claudio Matta

La Guerra imperversa e nei vicoli di Napoli ognuno si arrangia per sopravvivere. Amalia traffica nella borsa nera con la complicità dei figli maggiori: Rosaria e Amedeo, contro la volontà del marito Gennaro, isolato per questo dalla sua famiglia. Quando è fatto prigioniero i commerci si ingrandiscono ma la famiglia si sgretola. Al suo rientro Gennaro sorprende tutti nell’euforia dei guadagni illeciti e ancora una volta nessuno lo ascolta. Quando la situazione familiare precipita, davanti alle colpe evidenti di una madre troppo dedita agli affari, solo la solidità morale del protagonista consente di sperare che possa passare a “nuttata”.

Sabato 7 aprile , alle  21.00 Libera nos domine” di Enzo Iacchetti
P
roduzione Parmaconcerti, regia di Alessandro Tresa

Il nuovo spettacolo di Enzo Iacchetti, esprime il desiderio di comunicare parole e musiche nel puro stile Teatro- Canzone. Iacchetti si stacca dal cabaret per arrivare a maturare considerazioni che lo allontanano da come lo conosciamo in tv.  Chi lo ha seguito recentemente in teatro ha già capito la sua voglia di crescere come autore e come attore e lo fa con uno spettacolo completamente nuovo, aiutato da effetti speciali coinvolgenti. Solo in scena, Iacchetti è prigioniero dell’attualità e vuole liberarsi dai dubbi che lo affliggono sul progresso, amore, amicizia, emigrazione, religione offrendo al pubblico un’ultima ipotesi di rivoluzione. Affronta con ironia e provocazione la sua prigionia facendo ridere ma soprattutto emozionare con la rabbiosa delicatezza con cui cerca di salvarsi. Ce la farà o sarà soltanto il grido di speranza?

Sabato 21 aprile, alle 21.00 “La regina crede di essere sola a Buckingham Palace” 
Produzione Compagnia Teatrale Arcadia, regia di Luca Visconti

Uno spettacolo esilarante, graffiante, feroce e comico più di quanto non ci si aspetti. Tre anziane, eccentriche signore, una cadente dimora di campagna e il problema di metterla a reddito. E’ bene andare sul sicuro così da accettare l’offerta di un produttore che in cambio di parecchio denaro chiede soltanto di rimanere in un angolo mentre la troupe sistema il set del film che si accinge a girare: un porno, naturalmente.

Il costo dei biglietti è di 7 euro per il teatro amatoriale (11 febbraio, – 4 marzo, – 24 marzo – 21 aprile)  e di 15 euro per tutti gli altri spettacoli (20 gennaio,  20 febbraio, 10 marzo, 7 aprile)

La biglietteria è aperta, in via San Rocco 13, il giorno prima di ogni spettacolo dalle 15.30 alle 18.30 e il giorno dello spettacolo dalle 11.00  alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30.

ABBONAMENTO STAGIONE

Euro 65,00  – INTERO

Euro  55,00 > SOCI COOP UNIONE AMIATINA E

FONDAZIONE SANTA FIORA CULTURA

Euro 30,00 > STUDENTI

PER INFO

TEATRO COMUNALE ANDREA CAMILLERI

VIA SAN ROCCO, 13 – SANTA FIORA (GR)

TEL. (+39) 335 84 01 202

DALLE 11.00 ALLE 13.00 E DALLE 17.00 ALLE 19.00

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!