Quantcast
Al cinema 2020

Due cortometraggi che raccontano la vita sull’Amiata: serata di cinema in piazza

21/08/21

, :

CASTEL DEL PIANO – Al cinema all’aperto arriva un video del Cpia.

La serata dedicata ai corti sabato 21 agosto, nell’ambito del “Cineciolum 2021” a Castel del Piano, per il Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti di Grosseto ha un valore aggiunto.

«Oltre alle due docufiction – afferma Giovanna Longo, docente del Cpia – che trattano temi importanti come la violenza di genere (“Non lo farò più”) e il fenomeno degli Hikikomori (“Ho tutto il tempo che vuoi”), entrambe dirette da Francesco Falaschi, sarà proiettato il video partecipativo “Lontani, vicini. Appunti sul vivere nel territorio amiatino”, che è uno dei risultati del progetto “Cinema per la Scuola – Visioni fuori luogo”, finanziato dal Mibact e dal Miur e realizzato dal Cpia».

«Il progetto – prosegue la Longo – realizzato con la direzione scientifica del regista Francesco Falaschi, ha coinvolto gli allievi del Cpia della sede di Arcidosso e di Grosseto, che hanno seguito lezioni sulla storia del cinema, sulle tecniche di ripresa, le inquadrature, il montaggio, la sceneggiatura, l’importanza della colonna sonora».

«L’idea iniziale prevedeva anche la realizzazione di una “docufiction” in cui gli allievi avrebbero dovuto interpretare se stessi per descrivere com’è la vita in un’area solitamente ritenuta marginale come l’Amiata, ma le restrizioni nella mobilità e nei contatti indotte dalla pandemia, hanno reso necessario un cambiamento ed è nato così il video che verrà proiettato sabato 21 agosto. Si tratta di un documentario in cui studenti delle scuole del territorio amiatino e residenti, italiani e stranieri, parlano della vita sull’Amiata. Giovani che qui vogliono restare o che invece dichiarano di volersene (o doversene) andare, per avere un futuro che li soddisfi; adulti che vivono sull’Amiata da sempre e ne sono felici o che ci sono tornati dopo un periodo vissuto altrove, oppure sono arrivati per necessità . Dalle loro parole emerge un ritratto particolare del territorio amiatino, che stimola riflessioni e considerazioni diverse».

«L’esperienza di questo progetto è stata molto positiva per il Cpia – aggiunge Giovanna Longo – perché ha permesso agli allievi di conoscere in maniera più approfondita, il mondo del cinema in tutti i suoi aspetti, grazie al contributo degli esperti del settore che si sono avvicendati nelle lezioni (in Didattica a Distanza e in presenza), fornendo loro gli strumenti per analizzare un video o un film non fermandosi solo a quello che si vede sullo schermo».

«Siamo intenzionati – conclude – a ripetere l’iniziativa nel prossimo anno scolastico rispondendo agli avvisi per il finanziamento che il Ministero della Cultura e il Ministero dell’Istruzione dovrebbero pubblicare fra poco».

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!