Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
rosa fiori 2013 donne

Donne: quattro attori per una storia tra passato e presente con il Teatro studio

08/03/17

EVENTO GRATUITO
: Auditorium Scuole medie via kennedy castiglione della pescaia scuole medie

Attenzione l'evento è già trascorso

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Monologhi e scene sul tema delle “differenze di genere” e della violenza sulle donne. Presso l’auditorium di Castiglione della Pescaia dalle ore 17.30 l’8 di marzo andrà in scena “Donne”.

Organizzato dal Comune di Castiglione della Pescaia in collaborazione con Commissione Pari Opportunità, UNITRE e Associazione Mosaico, l’evento si inserisce in un più ampio progetto biennale dal titolo IM-PARI A SCUOLA, rivolto ai ragazzi e alle famiglie, che tocca i temi delle differenze di genere, del bullismo in tutte le sue forme, della violenza sulle donne.

Il progetto, finanziato dalla Regione Toscana, ha visto collaborare i Comuni di Grosseto e di Castiglione della Pescaia e l ‘Istituto Comprensivo O. Orsini. Un viaggio nella storia, uno sguardo al passato e uno al presente, per riflettere sulla condizione delle donne. Una performance a tratti amara a tratti ironica, per riflettere su cosa sia veramente cambiato nella nostra mentalità e nel nostro quotidiano quando parliamo di donne.

Presentazione

I quattro attori in scena, due uomini e due donne, danno corpo e voce ad una carrellata di personaggi, presi in un momento di apertura, racconto, denuncia, e portano così uno spaccato di storia, cronaca, ma soprattutto di verità.

Fanno da contrappunto ai momenti di pathos del racconto di queste donne, tre scene che potremmo definire leggere, comiche, e che contrastano e asseriscono al tempo stesso, ciò che da un personaggio all’altro va delineandosi e mostrandosi allo spettatore.

Ci sarà il modo di sorridere ascoltando il racconto di uno dei personaggi più belli tra quelli narratici dall’abile e verace penna di Luciana Bellini e di provare rabbia ascoltando le parole di una donna dell’antichità, Assiotea; di identificarci con Marinella, di sorridere all’echeggiare dei proverbi e dei modi di dire che inficiano e inquinano il nostro linguaggio e il nostro pensare.

Nota critica    

Un titolo che non intende colpire, ma ribadire l’esistenza di un concetto, che a volte diventa preconcetto: le differenze di genere si perpetuano nel linguaggio familiare, si sanciscono nel mondo della politica, si evidenziano nella società, si impongono alle coscienze attraverso le immagini.

Una discriminazione o una paura, che viene da lontano, ancestralmente radicata nelle nostre coscienze. La performance proposta dal Teatro Studio, ci aiuta a riconoscere, svelare, analizzare questo delicato argomento, foriero, a volte,  di drammatici risvolti.

Note di regia

Una lettura scenica drammatizzata, alternata da monologhi e brevi scene, sempre in bilico tra ironia e denuncia, un lavoro dai toni civili che intende molto asciuttamente dare uno spaccato storico e culturale sulla figura della donna, attraverso flash, visioni, “testimonianze”

La parte finale della performance, cerca di richiamare l’attenzione e il coinvolgimento del pubblico con un momento di condivisione diretta, in cui uno o più spettatori, potranno salire sul palco a leggere testimonianze crude, ma ormai giunte alla consapevolezza di una necessità di cambiamento: uno sguardo positivo al futuro.

Interpreti: 

Enrica Pistolesi, Daniela Marretti, Luca Pierini, Mirio Tozzini. Regia Daniela Marretti

Ingresso gratuito

A seguire, l’Associazione Mosaico , offrirà un rinfresco al gentile pubblico.

Si ricorda la mostra fotografica “Donne e Mestieri”, allestita in Sala del Consiglio

 

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!