GIARDINO DI PIETRO PORCINAI VILLA BELLARIA

“Dieci secoli di arte e paesaggio”: le Giornate Fai d’Autunno a Campagnatico. Tutti gli eventi

24/10 » 25/10/20

:

CAMPAGNATICO – Le Giornate Fai d’autunno quest’anno raddoppiano per permettere a tutti di poter usufruire delle visite in sicurezza seguendo il protocollo anticovid sottoscritto dal Fai. Sabato 17 e domenica 18 ottobre e sabato 24 e domenica 25 ottobre, i riflettori saranno accesi su: Campagnatico, dieci secoli di arte e paesaggio. L’edizione 2020 della Giornate Fai d’Autunno è dedicata a Giulia Maria Crespi, la fondatrice del Fai, scomparsa lo scorso luglio.

“Campagnatico è per gli amanti della commedia luogo d’eccellenza della geografia dantesca – commenta Maria Pia Vecchi, capo delegazione provinciale del Fai – è al centro di uno dei canti più famosi del Purgatorio, nel cuore di un incontro che non si dimentica, quello con Omberto Aldobrandeschi, noto per l’antico delitto consumato in battaglia, nella piazza del Cassero.

Ma Campagnatico non è solo Medioevo: la Bella Epoque, l’ultimo giro di valzer della borghesia europea, è arrivata fin quassù. Saranno, quindi, tantissimi gli stimoli di queste Giornate Fai d’Autunno, durante le quali, tra l’altro sarà possibile visitare, in via del tutto eccezionale, due ville private, una speculare all’altra: il meraviglioso giardino all’italiana di villa Bellaria, realizzato da colui che è considerato il più grande architetto paesaggista italiano del Novecento, Pietro Porcinai. E di fronte, la splendida villa Rossi con il giardino all’inglese riservata esclusivamente ai soci Fai. Casa Rossi, costruita nel 1880, non ha subito modifiche, e quindi si potranno ammirare ancora gli affreschi delle camere stile Liberty e al primo piano è ben riconoscibile la sala da ballo. Si possono ammirare la selleria e la scuderia, con le carrozze, le selle e i finimenti che risalgono al 1920-1930.

Invito – conclude -, quindi, tutti a non perdere questa straordinaria occasione. Il 24 e 25 ottobre, tra l’altro, sarà possibile visitare anche Montorsaio”.

“Ringrazio il Fai per aver scelto Campagnatico per le sue giornate d’Autunno – afferma il sindaco Luca Grisanti -. È la dimostrazione che i nostri borghi rappresentano dei tesori spesso nascosti. Questa iniziativa contribuisce a farli venire alla luce del sole, ma soprattutto dimostra ai residenti, ancora più che ai turisti, che a volte basta allontanarsi di poco dalla città per scoprire delle realtà di grande pregio che, spesso, non si conoscono o si danno per scontate. Invece meritano attenzione. Da qui il mio plauso al Fai per un’attività che va in questo senso e che è sicuramente da apprezzare”.

Le Giornate Fai d’Autunno a Campagnatico sono state organizzate dalla delegazione provinciale del Fai su proposta dell’associazione Maremma Toscana, con la preziosa collaborazione del Comune di Campagnatico, della proloco di Campagnatico, degli usi civici di Montorsaio e della Misericordia di Campagnatico.

Il Fai ringrazia per la disponibilità la proprietaria di villa Bellaria, Luisa Querci della Rovere, e la proprietaria di villa Rossi, Silvana Rossi Passani.

Tre gli itinerari proposti:

nei giorni 17/18/24/25 ottobre “Campagnatico: dieci secoli di arte e paesaggio” con la visita della Pieve di San Giovanni Battista, il Cassero senese, l’ex Pieve di Sant’Antonio Abate, il teatro comunale Silvio Rossi, il Parco di villa Bellaria, la Chiesa di Santa Maria delle Grazie;

nei giorni 17/18/24/25 ottobre “Campagnatico: dieci secoli di arte e paesaggio” e villa Rossi, la selleria e la scuderia. Questo itinerario che comprende anche villa Rossi è riservato ai soci Fai;

e solo nei giorni 24/25 ottobre oltre a Campagnatico sarà proposto anche l’itinerario “Montorsaio”.

Gli eventi collaterali:

sabato 17 ottobre, ore 16, a Villa Rossi Giacomo Moscato propone un intervento teatrale sulla donna della Belle époque;

sabato 17 ottobre, ore 16, alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie presentazione del libro sul santuario con la partecipazione del vescovo di Grosseto Rodolfo Cetoloni. A seguire visita guidata da Alessio Caporali, autore del testo;

sabato 17 ottobre, durante la giornata, al teatro Rossi interventi di teatro musicale a cura di Paolo Mari e Giacomo Postiglione;

domenica 18 ottobre, durante la giornata Giacomo Moscato ed il suo Purgatorio;

domenica 25 ottobre a Montorsaio durante la giornata esibizione del duo di canti popolari Chorobodò.

Partecipare alla Giornata Fai d’Autunno è semplice: basta andare sul sito www.giornatefai.it, cercare Campagnatico, entrare in uno dei tre itinerari proposti e cliccare sul tasto rosso “dona e prenota” scegliendo il giorno e la fascia oraria tra quelle disponibili.

E’ fortemente consigliata la prenotazione on line, nel rispetto della normativa anticovid per essere sicuri di poter visitare i beni proposti.

Contributo minimo per la partecipazione: 3 euro. La quota da versare per diventare socio Fai è 39 euro per il singolo e 66 euro per la coppia. L’iscrizione può essere effettuata direttamente on line.

Info: grosseto@delegazionefai.fondoambiente.it

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!