Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Casa del Quartiere QB

Colazione balcanica alla libreria QB per la presentazione del libro di Luigi Lusenti

19/01/19

EVENTO GRATUITO
:

Attenzione l'evento è già trascorso

GROSSETO – Una vera e propria colazione balcanica è quella in programma domani, sabato 19 gennaio alle ore 10.30 alla Libreria QB – Viaggi di carta (piazza Pacciardi, 1 – ex Piazza della Palma) a Grosseto. In occasione della presentazione del libro “Colazione a Sarajevo” di Luigi Lusenti che sarà introdotto da Silvia Stilli, direttrice di Arcs, la ONG di Arci, i presenti potranno anche gustare i sapori dei Balcani preparati da White Cafè.

Il libro esce più di vent’anni dopo i fatti che vengono narrati. Non è un saggio, non è neppure un reportage seppur il racconto è il più fedele possibile. È più l’espressione di uno stato d’animo, un patchwork quasi sempre di situazioni vissute. L’autore, fra il 1991 e il 1996, ha partecipato attivamente a manifestazioni per la pace sia nelle più sicure retrovie dell’Unione Europea sia, in prima linea, sotto i palazzi minacciosi degli oligarchi jugoslavi, ha attraversato più volte i territori in guerra per spedizioni di soccorso, è stato corrispondente del Manifesto, ha avuto un ruolo di primo piano in operazioni quali Telefonski Most. Si è detto che ciò che è successo era prevedibile, che l’odio etnico e religioso aveva radici profonde e tenaci, eppure quali erano i segnali evidenti in città e quartieri non corrosi da pratiche di apartheid o di una qualsiasi forma di ghettizzazione, quale è stato il fiume sotterraneo che ha improvvisamente fatto emergere sentimenti di così violenta negazione dell’altro?

Nel suo testo l’autore recupera dichiarazioni e commenti di una pluralità di persone incontrate in questi anni: sindaci, scrittori, militari, politici, non si tratta esclusivamente del resoconto di quanto raccolto nella sua attività di corrispondente di giornali ma piuttosto di una chiamata in causa, per contribuire insieme, coralmente, a mostrare l’oggetto della narrazione.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!