Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
sculture Andrea Matheisen

“Ascolta la Vita”: le sculture con l’anima arrivano a Massa Marittima

02/06 » 14/06/18

EVENTO GRATUITO
: Paese Massa Marittima, GR, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

MASSA MARITTIMA – Dal 2 al 14 giugno la galleria Spaziografico ospita “Ascolta la Vita” la mostra delle opere di Andrea Matheisen, importante artista tedesca.

A illustrare lo spessore della scultrice è il curatore dell’esposizione Gian Paolo Bonesini, che dice «Guardo con ammirazione le piccole sculture in bronzo di questa importante Artista tedesca: non sono più alte di cinquanta o sessanta centimetri ma quanta forza, quanta vitalità e poesia esprimono. Sono figure radicate al suolo con i loro piedi esagerati, pesanti, e man mano si fanno più sottili, spesso accompagnate da personaggi, animali e oggetti più piccoli».

«A volte si notano alcune parti più brillanti – illustra Bonesini – lì dove bronzo è stato patinato, a voler dimostrare l’importanza di un dettaglio, di un accostamento o di un’azione. Sono figure che potrebbero rappresentare persone reali, ma che in realtà, a guardarle bene, vogliono dire ben altro. Le sue opere giocano con la magia dell’immaginazione infantile, con la convinzione che questa immaginazione rimanga ancora dentro ogni adulto, forse più in alcuni e meno in altri, spesso semplicemente ben nascosta o dimenticata. Per questo si ha l’impressione che qualcosa sfugga, che non ci sia nulla di previsto o prevedibile, come se ogni opera fosse un piccolo e inedito racconto, una storia fantastica intrappolata nella forma».

«Se le chiediamo come nascono queste opere emozionanti – conclude il curatore – Andrea racconta che mentre lavora su sculture o dipinti, e non solo allora, prende in considerazione i sogni, superando la ragione. Questo le permette di rappresentare una realtà invisibile agli occhi, non diceva forse il Piccolo Principe che l’essenziale è invisibile agli occhi? Che invita lo spettatore a compiere un viaggio di apprezzamento dell’umanità semplicemente nuda, priva di sovrastrutture: essenziale, appunto, ma vista con gli occhi del cuore. Le sculture di bronzo e i dipinti a olio sono emozionanti, proprio perché il suo lavoro inizia nel punto in cui la creatività e le emozioni iniziano. Andrea vuole semplicemente dirci: le mie opere hanno un’anima»

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!