Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Cava di Roselle

Arte digitale e teatro d’autore per il venerdì della cava di Roselle

07/07/17

EVENTO GRATUITO
: Cava di Roselle 42.796062, 11.157078

Attenzione l'evento è già trascorso

ROSELLE – Domani, 7 luglio, doppio appuntamento con il giardino incantato. Alle 19, incontro “Tra arte e cura” a partire dalla mostra di Eleonora Vanni allestita all’opificio. Alle 22 Antonello Taurino in “Trovata una sega!”, racconto su Livorno, Modigliani e lo “scherzo del Secolo”.

Doppio appuntamento domani, venerdì 7 luglio, alla Cava di Roselle. Alle 19 il giardino incantato alle porte di Grosseto ospita l’incontro “Tra a arte e cura” a partire dalla mostra di arte digitale “Effetto T” di Eleonora Vanni, allestita all’opificio della Cava.

La mostra. Un “diario personale”, per raccontarlo con le parole dell’artista, che ripercorre i momenti della cura di un tumore al seno e che vengono messi a disposizione degli altri per socializzare un’esperienza di auto aiuto. Attraverso i prodotti di arte digitale, che hanno accompagnato il percorso di cura e spesso realizzati nelle corsi di ospedale, con la mano libera dalla flebo, Eleonora Vanni affronta un momento traumatico e doloroso per leggere e condividere l0impatto sul corpo della malattia e della cura. Le opere, realizzate tra il 2011 e il 2016, gli anni “da sorvegliata speciale”, come racconta Vanni,  si dividono in due filoni “Fuori da sé” e “The guardian of love”: le prime, di cui fa parte anche la sottosezione “Sirene”, ripercorrono l’immaginario della dissoluzione del corpo, rappresentano le ipetrofie che si percepiscono durante la malattia e nel trattamento di essa, le altre sono una serie di interpretazioni dello stato d’animo degli accompagnatori dei pazienti in trattamento chemioterapico.

L’incontro “Tra arte e cura”. Della relazione tra arte e cura e dell’importanza dell’espressione del sé attraverso la rappresentazione artistica si parla alla 19 alla presenza, oltre che dell’autrice, anche di Mauro Papa, direttore di Clarisse Arte di Fondazione Grosseto Cultura, Bruno Mazzocchi, medico palliativista, Fabrizio Boldrini, direttore del Coeso Società della Salute grossetana, un rappresentate dell’associazione Serenamente, da anni impegnata nel sostegno delle donne in trattamento.

Teatro d’autore. Alle 22, arriva alla Cava il teatro d’autore. Antonello Taurino presenta “Trovata una sega!”, racconto su Livorno, Modigliani e “lo scherzo del Secolo” dell’estate 1984. Uno spettacolo ironico, divertente che si ispira a uno dei più clamorosi falsi della storia dell’arte: le finte teste di Modigliani ritrovate nei canali di Livorno, nell’estate del 1984 appunto, dopo giorni di ricerche, per la burla ideata da tre studenti universitari.

“Trovata una sega!”, ha debuttato nel 2014 a Sansepolcro per il festival “Kilowatt”. Tra i vincitori del festival “Tramedautore”,  è andato in scena anche al Piccolo Teatro e a Zelig Cabaret di Milano. Antonello Taurino, autore e interprete dello spettacolo, coinvolge lo spettatore nella sua affabulazione volta a ricostruire, attraverso indizi e informazioni, gli avvenimenti. E come in un giallo, il pubblico si emoziona e interroga, trattiene il respiro, si commuove e diverte condotto dalla sapiente narrazione di Taurino.

Informazioni. L’evento è a ingresso libero. Gli appuntamenti con la Cava continuano sabato 8 luglio con “Culture Games”, uno spettacolo site-specific di Motus Danza (ingresso 10 euro, prevendite disponibili alla Cava o nella sede della cooperativa Uscita di Sicurezza, in via Giordania 181 a Grosseto).

La programmazione completa srotolerà i suoi fili colorati nelle prossime settimane, attraverso il sito internet della Cava www.cavaroselle.net e i canali Social: www.facebook.com/CavaRoselle, Cava Roselle su Instagram e @CavaRoselle su Twitter.  La Cava vi aspetta in strada Chiarini a Roselle (Grosseto).

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!