Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
teatro industri

“Anime migranti” lo spettacolo di Moni Ovadia sui racconti dei siciliani emigrati

24/07/17

EVENTO A PAGAMENTO
: Poggi del Sasso Poggi Del Sasso, Poggi del Sasso, GR, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

CINIGIANO – Si intitola Anime migranti parole di cartone operina per voci recitanti e orchestra popolare lo spettacolo di Mario Incudine e Mariangela Vacanti che verrà messo in scena lunedì 24 luglio dalle 19 a Poggi del Sasso, nel comune di Cinigiano, con al presenza di Moni Ovadia, Mario Incudine e Annalisa Canfora.

Lo spettacolo è impregnato di racconti di migranti siciliani, incredibilmente simili, secondo Incudine e Ovadia, alle storie di vita degli immigrati di pelle nera che oggi arrivano a frotte sulle coste siciliane. La migrazione in questa prospettiva è uno specchio nel quale si riflette la Storia, una tela di occhi che si scambiano sguardi disperati da Palermo a Tunisi, da New York a Baghdad. L’unica strada percorribile per le “anime migranti” di ogni tempo è la fratellanza, tracciata da chi ci ha preceduto.

L’operina alterna musica e recitazione, canti e cunti, drammi e sorrisi, i risvolti seri e umoristici della migrazione. Si parte dal grido di un naufrago africano disperato che invoca la morte in mare piuttosto che il rimpatrio in Salina, per approdare a Sottomare, strumentale dedicato alle anime in viaggio verso destinazioni lontane. C’è poi la nostalgica Novumunnu, canto d’addio di un migrante alla propria terra madre, Namename, preghiera di chi vuol trovare il coraggio di lasciare la propria terra, e i canti come Sempri ccà che raccontano il profondo attaccamento al proprio paese, e Sotto un velo di sabbia che descrive il dramma degli uomini abbandonati alla morte. Note di speranza arrivano da Strati di paci, inno alla fratellanza dei popoli, Tenimi l’occhi aperti, in cui un padre consegna ai figli il futuro dei propri sogni.

Moni Ovadia interviene con letture, storie e poesie di Erri de Luca ed Ignazio Buttitta e con canti della tradizione sefardita; all’attrice Annalisa Canfora il compito di dare voce alle donne, madri e mogli dei tanti migranti che hanno lasciato la propria terra ripercorrendo la loro storia attraverso la lettura di lettere inedite.

L’evento fa parte del programma della SPdA Summer School Il Mestiere dell’Architetto che si svolgerà dal 23 al 30 luglio 2017 a OCRA Montalcino.

Prevendita biglietti su Eventbrite.it
INTERO € 20 | RIDOTTO € 15 (soci SPdA)

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!