Quantcast
Capalbio

All’anfiteatro di Capalbio vanno in scena i giovani talenti con lo spettacolo “Speed Date Opera”

01/08/21

:
  • fondazionecapalbio@gmail.com

CAPALBIO – Un nuovo appuntamento con “Il luogo dei sogni”, il cartellone di eventi estivi a Capalbio, promosso da Fondazione Capalbio e dall’amministrazione comunale.

Domani, infatti, domenica 1 agosto alle 21.45 l’anfiteatro del Leccio, ospita il terzo dei “Concerti di Fabbrica Young Artist Program” del Teatro dell’Opera di Roma. Al centro di questo terzo e ultimo appuntamento, che ha portato gli artisti alla Tenuta Monteverro, sul sagrato della chiesa di Borgo Carige e, adesso, nel riqualificato anfiteatro di Capalbio capoluogo, la performance “SpeedDateOpera”.

Siamo agli inizi del nuovo millennio e tra i single impazza la moda dello speed date, considerato la nuova tendenza glamour in materia di appuntamenti. Diverso, ma diretto discendente del corteggiamento di tradizione ottocentesca, il fast-food del flirt diventa popolare nel nostro Paese grazie alla pellicola di Verdone “L’amore è eterno finché dura” e a telefilm di successo come “Sex and the City”.

Prendendo in prestito il meccanismo di questo grande classico del marketing emozionale, la performance “SpeedDateOpera” contamina gli aspetti più grotteschi della vita sentimentale odierna con i classici della tradizione operistica. Nasce dal desiderio di avvicinare lo spettatore con spensieratezza e un pizzico di ironia a un genere – quello dell’opera lirica – spesso considerato ad appannaggio di determinate élite culturali, ma che già nell’Ottocento narrava tematiche connesse con la vita reale e dunque toccava facilmente il cuore dell’ascoltatore, accomunando nella passione classi sociali diverse e vasti strati di popolazione.

Una cleptomane, un traditore seriale, una melomane con sindrome dell’abbandono: sono solo alcuni degli stravaganti personaggi in cerca dell’anima gemella in cui vi potreste imbattere domenica 1° agosto all’anfiteatro del Leccio di Capalbio. Il pubblico potrà assistere alla performance o essere coinvolto in modo diretto nell’azione scenica, autorizzato a divenire coautore, editor e osservatore dell’opera.

Lo spettacolo di domenica vede la partecipazione di Marianna Mappa (soprano), Irene Savignano (mezzosoprano), Rodigro Ortiz (tenore), Alessandro Della Morte (basso), Elena Gurina (pianista), la direzione di Eleonora Pacetti, Giulia Randazzo e Giulia Bellè (team creativo) e la direzione organizzativa di Massimo Mininni.

Lo Young Artist Program del Teatro dell’opera di Roma è un percorso che dà la possibilità a nuovi talenti italiani e stranieri, già formati presso conservatori e accademie, d’inserirsi nel mondo dello spettacolo. Introduce la serata, che si svolgerà nel rispetto delle norme anticovid, l’attrice Giulia Fossà.

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria: fondazionecapalbio@gmail.com.
L’evento è realizzato anche grazie al sostegno di Banca Tema.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!