Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
cinigiano_2014

Alla scoperta del nonno morto al fronte: a Cinigiano c’è “La Grande Guerra, sulle tracce di Amedeo”

17/11/18

EVENTO GRATUITO
: Paese Cinigiano, GR, Italia - Inizio ore 17,00

Attenzione l'evento è già trascorso

CINIGIANO – Una storia sulla Grande Guerra, dedicata al nonno – mai conosciuto- scomparso al fronte nel 1916 durante il Primo Conflitto Mondiale. Sabato 17 alle ore 17 al ristorante Il Rintocco di Cinigiano l’avvocato grossetano Massimo Ciani presenta il suo primo romanzo “La Grande Guerra, sulle tracce di Amedeo”, edito da Heimat di Cesare Moroni. Un romanzo che richiama al sacrificio di tanti uomini che, chiamati al fronte, non hanno più fatto ritorno.

Uno di questi è Amedeo Niccolai, di Cinigiano, e nonno di Massimo Ciani. Un uomo già trentenne che lasciò la famiglia e la moglie incinta della quarta figlia, la madre dell’autore, che non ebbe mai modo di conoscere, visto che non riuscì ad ottenere la licenza per poterle far visita prima di perdere la vita durante la battaglia sul Monte Pioverna, al confine tra il Trentino, allora austroungarico, ed il Veneto, già italiano. La location della presentazione del libro è stata studiata proprio perché nella piazza di Cinigiano è presente una targa in cui Amedeo Niccolai ed altri combattenti del paese scomparsi nel conflitto sono ricordati.

La storia di Amedeo Niccolai, che fu probabilmente sepolto in un cimitero di Guerra ed il cui corpo mai ritrovato dalla famiglia, è stata per anni oggetto di ricerca dei congiunti dell’autore che, per ricordare il nonno, ha deciso di scrivere il romanzo che ha la forma del saggio. Molti fatti e spaccati della storia cinigianese e maremmana dell’epoca si trovano ricostruiti nel testo, ma la fine di Amedeo è stata immaginata dal nipote in una sorta di racconto post mortem. Un libro che attraverso Amedeo riporta alla luce molte storie dei cosiddetti “fantaccini”, chiamati in Guerra senza aver mai sparato un colpo e che non hanno fatto ritorno dai propri cari. Una storia che riporta ad una Maremma di cento anni fa di cui si rischia di perdere la memoria.

Alla presentazione, oltre all’autore, parteciperanno il sindaco di Cinigiano Romina Sani, l’editore Cesare Moroni ed il giornalista Carlo Vellutini che ha curato la prefazione del libro.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!