Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
cassero_ingresso_2013mod

Al Cassero la mostra delle tesi di laurea in architettura per parlare di ecosostenibilità

20/05/16

EVENTO GRATUITO
: Cassero senese di Grosseto Cassero Senese, Via Aurelio Saffi, Grosseto, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

GROSSETO – L’Ordine degli Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Grosseto, con il patrocinio e la collaborazione della Città di Grosseto, con il patrocinio della provincia di Grosseto, della Banca della Maremma e dell’ANCE – Grosseto, presenta l’evento espositivo: “Mostra delle Tesi di Laurea in Architettura V° edizione 2007/2016″ ad opera della commissione eventi culturali dell’ordine nell’ambito delle proprie iniziative, che sarà inaugurato il prossimo 20 maggio 2016 alle ore 15:00, presso il Cassero senese delle Mura Medicee di Grosseto.

Nella stessa giornata inaugurale si terrà il convegno sul tema presso la sala Pegaso, piazza Dante Alighieri a Grosseto con inizio alle ore 9:30 fino alle ore 13:00. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 5 giugno 2016, con ingresso libero tutti i giorni (chiuso il lunedì mattina) dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 17:00 alle ore 20:00.

Le tesi di laurea in mostra affrontano temi di carattere sia generale sia locale di grande interesse, soffermandosi su argomenti di particolare rilevanza attuale come l’architettura ecosostenibile, la bioarchitettura, le politiche e le strategie di smart-city, ma anche temi che riguardano la conservazione di beni archeologici, il restauro di beni architettonici e monumentali, la progettazione di nuove architetture e la pianificazione e il governo del territorio.

«Nella nostra provincia si affrontano temi che interessano Grosseto, Orbetello, Campagnatico, Caldana e Scansano – afferma Pietro Pettini presidente dell’Ordine degli Architetti -; poi ci sono interventi a Cecina, Siena, Arezzo, Firenze, Bologna, Lugo di Romagna, Roma, Salerno, Messina e per finire all’estero, a Berna, a Parigi, a Chicago e a Cincha in Perù. Le precedenti quattro edizioni fin dal 1987 ottennero un grande successo di pubblico, riuscendo a richiamare l’interesse della cittadinanza e alimentando il dibattito sui grandi temi dell’architettura e dell’urbanistica».

La mostra vuole coinvolgere non solo gli addetti ai lavori, architetti, amministratori pubblici e imprenditori, ma anche un multiforme pubblico di cittadini comuni che, da visitatori di tale iniziativa, possono condividere la ricerca di nuove e diverse soluzioni nel campo della città, dell’architettura e del designer. Le moderne e innovative proposte avanzate dai neolaureati, una giovane generazione di progettisti appassionati, con le loro soluzioni e idee, contribuiscono attivamente e favorevolmente a far crescere il dibattito culturale che è fortemente atteso e utile per la nostra comunità.

«E’ doveroso, per chi come noi è impegnato nel lavoro quotidiano dell’Ordine professionale, stimolare, valorizzare e promuovere le loro idee, passioni e interessi con la consapevolezza che il loro futuro professionale non sarà per nulla semplice e scontato, perlopiù in un momento di grave crisi economica. Pubblicare tesi di laurea significa proiettare lo sguardo oltre gli ostacoli del quotidiano ma anche riconoscere l’impegno e la dedizione degli impegnativi e laboriosi anni universitari – prosegue Pettini -. L’augurio, infatti, è che questa iniziativa possa consentire a questi giovani professionisti di farsi conoscere e apprezzare nel mondo del lavoro al fine di permettere che le competenze e le capacità possano diventare patrimonio comune».

Pubblicare tesi di laurea rappresenta anche lo strumento attraverso il quale si apprendono nuove tendenze, nuovi stili e nuove idee che potrebbero migliorare la nostra realtà. Il presidente dell’Ordine degli Architetti, Pietro Pettini, sottolinea l’importanza dell’iniziativa e si dice certo che anche questa quinta edizione sarà frequentata e desterà il giusto interesse anche dei non addetti ai lavori.

Pettini conclude ringraziando la Città di Grosseto e la Provincia di Grosseto «che hanno consentito – afferma – la realizzazione di questa iniziativa che mi auguro sia ripetuta nel tempo con tante nuove tesi di laurea, come un appuntamento importante al quale non possiamo mancare».
Ulteriori informazioni si possono avere consultando il sito: http://www.gr.archiworld.it

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!