Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Isgrec generica

25 anni di Isgrec: il primo appuntamento è con 108 metri. The new working class hero”

21/09/18

EVENTO GRATUITO
: Isgrec – Istituto storico grossetano della Resistenza e dell’età contemporanea Istituto Storico Grossetano Della Resistenza E Dell'Eta'Contemporanea, Via de Barberi, Grosseto, GR, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

GROSSETO – Comincia con la presentazione del libro “108 metri. The new working class hero” di Alberto Prunetti e il suo sguardo lucido sulla condizione del mondo del lavoro e della classe operaia oggi il ciclo di eventi voluto dall’Isgrec per festeggiare i primi 25 anni di attività e di lavoro culturale nel territorio.

L’iniziativa è in programma venerdì 21 settembre alle 17,30 ed è ospitata dalla sala conferenze del Museo di storia naturale della Maremma in strada Corsini 5 (piazza della Palma) a Grosseto. Introducono l’incontro con l’autore Paolo Passaniti, docente dell’Università di Siena e membro del consiglio direttivo dell’Isgrec, e Simone Giusti del Collettivo Bianciardi 2022. Dialoga con Alberto Prunetti la storica Vanessa Roghi.

Il libro, edito da Laterza, arriva dopo il successo del primo romanzo di Prunetti “Amianto. Una storia operaia” e nasce dall’esperienza realmente vissuta dall’autore quando dopo la laurea a Siena si è trasferito per un anno e mezzo in Inghilterra dove ha lavorato in una pizzeria, nella pulizia dei bagni di un centro commerciale e come addetto in una mensa scolastica. “Prendete 1/3 de L’isola del tesoro di Robert Louis Stevenson – si legge nella scheda della casa editrice – 1/3 di Riff-Raff di Ken Loach e 1/3 di vernacolo toscano. Mescolateli insieme, shakerate con grazia rude i giunti della sintassi. Otterrete un cocktail esplosivo che altera la vostra percezione. Un’epica stracciona scritta dai piani bassi della vita”.

Alberto Prunetti è uno scrittore e traduttore. Nato a Piombino nel 1973 in una famiglia operaia (il padre lavorava all’Italsider) è cresciuto a Follonica, “in quel pezzo di Maremma che sta tra due fabbriche e un lembo di mare” (per usare le sue parole in “108 metri”). Nella città del Golfo frequenta le scuole medie e il liceo scientifico. Il titolo del libro fa riferimento alla lunghezza delle rotaie ferroviarie un tempo forgiate dalle acciaierie di Piombino: lo sguardo dell’autore si divide infatti costantemente tra il ricordo dell’infanzia vissuta all’ombra della fabbrica e il nuovo volto della classe operaia così come l’ha conosciuta in terra inglese.

L’ingresso è libero. Durante la presentazione è possibile acquistare una copia del libro grazie alla Nuova Libreria di via dei Mille a Grosseto. Gli eventi per il venticinquennale dell’Isgrec sono realizzati in collaborazione con l’Istituto nazionale Ferruccio Parri, l’istituto Storico di Vicenza, Cia Grosseto, Acquedotto del Fiora e Collettivo Bianciardi 2022 e hanno il patrocinio della Regione Toscana, del Comune e della Provincia di Grosseto e della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno. Info 0564 415219, segreteria@isgrec.it e www.isgrec.it.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!