Quantcast
norma parenti

100 anni dalla nascita di Norma Parenti: a Niccioleta lo spettacolo sulla partigiana

12/06/21

:
  • Tel. 3395317818

MASSA MARITTIMA – Un ritratto libero dal pensiero politico, aggrappato a una memoria storica e a un’emotività trascinante che nasce da stimoli e suggestioni personali. Questo è lo sono spettacolo teatrale “Io sono qui” con l’attrice piombinese Chiara Migliorini, per la regia di Fernando Giobbi, ispirato alla figura della partigiana Norma Parenti, in programma a Niccioleta sabato 12 giugno, alle ore 18, in piazza del Minatore. Io sono qui ha vinto il Premio Sele d’Oro per il teatro 2020, per la qualità della scrittura e per aver portato in scena il frutto di un originale lavoro di ricerca che diventa paradigma di testimonianza.

L’iniziativa rientra nell’ambito degli eventi promossi dal Comune di Massa Marittima per il centenario della nascita di Norma Parenti.

Lo spettacolo è a ingresso libero con prenotazione obbligatoria (telefonando o inviando un messaggio whatsapp) al 339 5317818.

«Il Comune di Massa Marittima ha voluto rendere omaggio a questa straordinaria partigiana simbolo della Resistenza – afferma Irene Marconi, assessore comunale alla Cultura – proponendo uno spettacolo carico di emozioni in un luogo speciale della memoria come Niccioleta. Insieme al regista di origini massetane Fernando Giobbi, l’attrice Chiara Migliorini ha svolto un accurato lavoro di ricerca che ha portato alla scrittura della drammaturgia e alla sua messa in scena. Chiara Migliorini ha magistralmente interpretato Norma Parenti anche nella web serie del regista Riccardo Bicicchi, ‘La resistenza di Norma’ che ha vinto il Teletopi 2015 nella categoria miglior news videostorytelling».

Io sono qui: una donna sola in scena, accompagnata soltanto da alcuni abiti appesi che diventano volti, sguardi, personaggi di una storia detta e non detta, forse celata, riapparsi a tratti ma mai rivelata. Poche intense tracce che hanno permesso di delineare una personale interpretazione di un’anima priva di schemi e sovrastrutture, istintiva e umile, impulsiva e fragile, oltre il suo tempo, in nome di una libertà personale e individuale contro le oppressioni, le ipocrisie di una società debole e costantemente piegata ad una falsità convenzionale. Immagini, pensieri, riflessi, ricordi, strascichi, gesti: un ritratto liberamente ispirato a una donna particolare, nominata poco e spesso, ammirata e criticata, elogiata e offesa, amata e odiata.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!