Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

L’azienda Menci & C. SpA ha realizzato un corso di saldatura per disoccupati, 6 subito al lavoro

CASTIGLION FIORENTINO – Evento di chiusura del corso per saldatori tenuto presso l’azienda Menci & C. SpA, leader italiano nella produzione di veicoli industriali. 12 disoccupati senza esperienza specifica nel settore metalmeccanico hanno ottenuto, dopo un corso di 160 ore, un “Patentino di Saldatore”, spendibile direttamente in Menci & C. SpA ed in altre aziende metalmeccaniche del territorio, una carta importante da giocarsi per entrare, o rientrare, nel mondo del lavoro.

“Menci & C. Spa” in collaborazione con l’agenzia per il lavoro “Randstad Italia Spa”, secondo player al mondo nei servizi HR, con il patrocinio del “Comune di Castiglion Fiorentino” hanno pensato, promosso e progettato il percorso formativo di alta specializzazione in ambito saldatura.

A costruire il percorso professionale è stata Airone PG, Centro d’Eccellenza dell’Istituto Italiano della Saldatura nell’area del Centro Italia, che ha formato i partecipanti all’interno dello stabilimento Menci partendo dalle esigenze specifiche di saldatura dell’azienda stessa, ma preparando i candidati per l’ingresso in qualsiasi impresa metalmeccanica del territorio e non solo. Tale percorso è stato realizzato grazie al fondo Formatemp, fondo specifico rivolto a persone disoccupate e a lavoratori somministrati.

Alla manifestazione finale hanno presenziato il sindaco di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli, il Presidente di Menci & C., Marco Menci, ed il Direttore di Airone, Ing. Dennis Duranti.

A garantire la professionalità e la competenza è Airone PG – Centro di Eccellenza dell’Istituto Italiano della Saldatura, che eroga una formazione certificata a livello nazionale ed internazionale, secondo i parametri UE” afferma l’Ing. Dennis Duranti, direttore di Airone, società che si è occupata della docenza e del rilascio dei “Patentini” per la saldatura e che si distingue da sempre per lo stretto legame con il mondo industriale, la produzione ed i processi di fabbricazione. “I nostri docenti sono esperti certificatori delle competenze dei lavoratori delle aziende del territorio, pertanto conoscono le tipologie di saldature utilizzate dalle aziende, conoscenze che trasferiscono ai giovani corsisti”.

In questo momento il mondo del lavoro richiede sempre più spesso professionalità specializzate ed il nostro compito come agenzia è anche quello di offrire delle opportunità di specializzazione che passano dalla formazione finanziata tramite il nostro fondo Formatemp. Collaboriamo da molto tempo con l’azienda Menci e una difficoltà che riscontriamo sul territorio è il reclutamento di profili specializzati in ambito saldatura. Abbiamo, quindi, pensato che una delle strade migliori da percorrere fosse quella di investire nella formazione di persone inoccupate, dando, così, gli strumenti necessari per un approccio concreto ed efficace verso il mondo del lavoro che in questo caso si chiama azienda Menci. I nostri auguri vanno a questi 12 nuovi saldatori, che potranno da oggi spendere una competenza qualificata e certificata per costruire il loro futuro” afferma Annalisa Togni , Area sales development manager di “Randstad”. Soddisfazione da parte dei vertici dell’azienda Menci & C. s.p.a., che ha annunciato di poter assorbire, da subito, sei saldatori.

Se fino a qualche anno fa potevamo dire che l’azienda Menci S.p.A. era un’eccellenza castiglionese oggi, con orgoglio, possiamo affermare che è diventata un marchio famoso sia Italia che in gran parte del Mondo. Grazie al percorso virtuoso intrapreso dall’azienda che ha visto, tra le altre cose, la volontà d’incrementare la produzione proprio nel nostro paese auspico che dopo le prime sei assunzioni ce ne possano essere altre. Grato che la proprietà abbia scelto sempre la sede storica per proiettare l’azienda nel terzo millennio con un know-how all’avanguardia” conclude il sindaco Mario Agnelli.

A proposito di Randstad

RANDSTAD Holding nv è la multinazionale olandese attiva dal 1960 nella ricerca, selezione, formazione di Risorse Umane e somministrazione di lavoro. Presente in 39 Paesi con 4.752 filiali e 32.280 dipendenti per un fatturato complessivo che ha raggiunto nel 2015 20,7 miliardi di euro – è la seconda agenzia di servizi HR al mondo. Presente dal 1999 in Italia, RANDSTAD conta ad oggi 2000 dipendenti e oltre 250 filiali a livello nazionale. RANDSTAD è la prima Agenzia per il Lavoro ad avere ottenuto in Italia le certificazioni SA8000 (Social Accountability 8000) e GEES (Gender Equality European Standard) in materia di “pari opportunità”.
 Per maggiori informazioni:
 www.randstad.it

Per candidarsi: Arezzo

Filiale di Arezzo

Via Piero Calamandrei n° 183 – 52100- Arezzo
T: 0575-299550

arezzo@randstad.it

A proposito di istituto italiano della Saldatura

L’ Istituto Italiano della Saldatura  (IIS) nasce nel 1948, come Ente Morale, con missione di “ promuovere e favorire in Italia il progresso della saldatura in ogni suo campo e di contribuire alla sua conoscenza e diffusione”.

L’Istituto Italiano della Saldatura offre servizi di FORMAZIONE E CERTIFICAZIONE di personale, procedure, aziende e prodotti in qualità di Ente accreditato da Autorità Nazionali (ACCREDIA) ed UNICO autorizzato da Autorità Europee (European Federation for Welding, Joining and Cutting EWF) ed Internazionali (International Institute of Welding IIW). Inoltre eroga servizi integrati per l’industria, finalizzati ad assicurare l’integrità, l’affidabilità, la disponibilità delle strutture, dei componenti e degli impianti industriali.

IIS CERT emette circa 12.000 certificati ogni anno.

A proposito di Menci & C. s.p.a.

MENCI & C. SPA nasce nel 1927 a Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, su iniziativa di Geremia Menci, un abile fabbro artigiano che produceva macchine e attrezzature per l’agricoltura, prevalentemente aratri. Neppure l’ingresso in azienda dei tre figli AdrianoLuciano e Francesco, avvenuto negli anni ‘60, vide la Menci abbandonare il suo radicamento nel settore agricolo. Negli anni ‘70, con l’allestimento della prima cisterna per il trasporto di mangime, Menci debutta nel mondo del trasporto industriale. Il salto qualitativo negli anni ’90: l’occasione è offerta, come spesso succede, da un periodo di crisi. In questo caso del settore agricolo, che impose di potenziare la produzione destinata all’utilizzo stradale. La lavorazione delle cisterne per il mangime aveva sviluppato una notevole capacità delle maestranze nella saldatura dell’alluminio e questo ha consentito di rivoluzionare la produzione della Menci. La Menci ha continuato a crescere, sviluppando la tecnologia della saldatura delle leghe leggere e nuovi progetti innovativi. Dal 2001, soprattutto per rispondere alla richiesta di alcuni clienti che volevano anche semirimorchi in acciaio per impieghi particolarmente gravosi, la produzione venne allargata anche a questo materiale ma limitandola solo ai semirimorchi ribaltabili. Un settore in cui la Menci è leader europeo nel range da 22 a 92 mc in tutte le possibili combinazioni. La crescita esponenziale della MENCI & C. Spa è avvenuta negli ultimi 10 anni, portandola ai vertici nazionali con 1.800 semirimorchi prodotti nell’anno. Dal 2004 la Menci ha iniziato ad esportare i propri prodotti in tutto il mondo, coprendo dapprima tutto il mercato europeo fino ad arrivare, negli ultimi anni, al mercato sudamericano. La capacità di lavorare l’alluminio ha segnato lo sviluppo della Menci e ne ha caratterizzato l’evoluzione dell’offerta. Dalle cisterne ai ribaltabili cava-cantiere, l’impiego di leghe leggere è il marchio di fabbrica del costruttore toscano. Anche l’area produttiva ha visto un continuo sviluppo fino ad estendersi alla superficie attuale di 80.000 mq. di cui 26.000 interamente coperti. Attualmente i dipendenti che affiancano il management sono oltre 300.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.