Verso il voto

#elezioni2022, Rossi: «Occorre una svolta politica forte per garantire sicurezza e legalità»

Fabrizio Rossi
Fabrizio Rossi

GROSSETO – “Garantire la sicurezza a cittadini e imprese è uno dei punti fondanti alla base della convivenza sociale che garantisce sviluppo e benessere per una Nazione”, afferma Fabrizio Rossi, coordinatore regionale FDI-Toscana e candidato del centrodestra alla Camera dei deputati collegio uninominale Grosseto-Siena e plurinominale per Fratelli d’Italia collegio Livorno-Grosseto-Siena-Arezzo.

“Purtroppo – commenta Fabrizio Rossi -, sono tante le forme di criminalità, vecchie e nuove, in Italia, che rendono sempre più insicuro il nostro Paese. Dall’immigrazione illegale, che minaccia in generale la sicurezza e la qualità della vita dei cittadini, fino ad arrivare al degrado delle nostre periferie e centri storici delle città, sempre più spesso invivibili, e teatro di occupazioni abusive, violenze e spaccio”.

“Occorre una svolta politica forte per garantire la legalità – prosegue Fabrizio Rossi – a partire dalla lotta senza tregua a tutte le mafie, al terrorismo e alla corruzione, assicurando legalità e coesione sociale tramite il rafforzando della rete delle prefetture come rappresentanti dello Stato sul territorio. Serve un adeguamento degli organici e delle dotazioni a tutela di tutte le Forze dell’ordine e di polizia, dei Vigili del Fuoco, della Polizia locale e Forze armate per il controllo del territorio”.

“Occorre un potenziamento della Operazione strade sicure – continua il candidato di FdI -, con la reintroduzione del poliziotto di quartiere, rafforzando la lotta al degrado, eliminando le cosiddette zone franche dell’illegalità. Occorrono norme più severe che vadano a colpire chi compie gli illeciti contro il decoro, contro il fenomeno delle baby gang e alla microcriminalità. Combattere lo spaccio e la diffusione delle droghe con ogni mezzo, anche attraverso campagne di prevenzione e informazione, con particolare tutela per le attività commerciali e ricettive aperte in zone svantaggiate e degradate”.

“Sgombero immediato per chi occupa il domicilio privato: la casa è un bene primario che non si tocca – va avanti Fabrizio Rossi -. Prevenzione e contrasto contro la violenza su donne e minori. Contrasto all’immigrazione irregolare e gestione ordinata dei flussi legali, favorendo l’inclusione sociale e lavorativa degli immigrati regolari”.

“Difesa dei confini nazionali ed europei come previsto dal Trattato di Schengen e richiesto dall’Ue, con controllo delle frontiere e blocco degli sbarchi per fermare, in accordo con le autorità del Nord Africa, la tratta degli esseri umani, con creazione di hot-spot nei territori extra-europei, gestiti dall’UE, per valutare le richieste d’asilo e distribuzione equa solo degli aventi diritto nei 27 Paesi membri. Contrasto alle attività delle Ong che favoriscono l’immigrazione clandestina. Massima intransigenza contro ogni forma di antisemitismo, razzismo e integralismo islamico”, conclude Fabrizio Rossi.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI