Follonica

Lavori pubblici, Marrini: «Follonica è un cantiere a cielo aperto, disagi per turisti e residenti»

Sandro Marrini

FOLLONICA – “Sicuramente la pianificazione dei lavori pubblici attuata dal Comune di Follonica è stata redatta adottando criteri quanto meno singolari, per non dire incomprensibili, dato che, in piena estate, la città è ancora un cantiere a cielo aperto”.

Sandro Marrini, consigliere comunale della Città del Golfo, interviene a gamba tesa per sottolineare una criticità che ha destato molte polemiche fra i follonichesi.

“Ci sono stati otto mesi di tempo, da ottobre 2021 a maggio scorso, per effettuare i lavori per rendere, giustamente, la nostra città più bella ed accogliente – spiega Marrini -. Ma il vicesindaco, spalleggiato dal primo cittadino Andrea Benini, cosa fa? Fa aprire i cantieri a ridosso di una stagione estiva che, come negli anni precedenti, porterà Follonica a superare il tetto delle 100mila presente. In città ormai non si contano più le strade dissestate, i parcheggi chiusi per lavori, le buche a ridosso dei marciapiedi. A prescindere dal pessimo biglietto da visita offerto ai vacanzieri che arrivano a Follonica, con questo modo scriteriato di programmare le opere pubbliche si causano problemi non solo alla viabilità, ma anche alla sicurezza di pedoni, ciclisti e di chi percorre le nostre vie in sella ad uno scooter o ad una moto”.

“Come se non bastasse, nel centro di Follonica, ma anche nelle vie limitrofe, permangono le criticità causate dall’abbandono dei rifiuti a ridosso dei cassonetti – sottolinea Marrini -. Il Comune investe centinaia di migliaia di euro in opere pubbliche, ma poi non si cura di rendere più decorosa la città, sollecitando Sei Toscana a svuotare più spesso i cassonetti dell’immondizia. Non si tratta solamente di un problema di inciviltà: in questo caso manca, da parte dell’amministrazione comunale, un vero e proprio piano anti degrado per rendere più vivibile la città. E pensare che sarebbero sufficienti pochi interventi, ma effettuati con regolarità, per far diventare la nostra Follonica un gioiello da ammirare”.

“Concludo il mio intervento sollecitando l’amministrazione comunale a terminare quanto prima questi lavori pubblici nei punti più nevralgici della città – termina Marrini -. Ormai agosto è alle porte: è il mese in cui Follonica raggiunge il picco di presenze turistiche, ma anche il periodo in cui le ditte che hanno vinto l’appalto vanno, giustamente, in ferie. A questo proposito, mi auguro che nel giro di pochi giorni tutti i cantieri sparsi per le vie del centro possano chiudere, in modo da consentire a cittadini e vacanzieri di godere in assoluta serenità delle bellezze offerte dalla nostra costa”.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI