Massa marittima

Siccità, emessa ordinanza più restrittiva: stop a acqua potabile per innaffiare e riempire piscine

Acquedotto acqua lavandino

MASSA MARITTIMA – In vista del perdurare dell’emergenza idrica il Comune di Massa Marittima ha emesso una nuova ordinanza, in data 1 luglio, che revoca la precedente del 24 giugno che prevedeva la possibilità di innaffiare con acqua potabile orti e giardini di superficie inferiore a 500 metri quadrati.

La nuova ordinanza non contiene più questa deroga, che era stata adottata anche da altri comuni, e stabilisce in tutto il territorio comunale, fino al 30 settembre 2022, il divieto assoluto di utilizzare acqua potabile per scopi diversi da quelli igienico -domestici. Quindi è vietato l’uso di acqua potabile per innaffiare orti e giardini, per alimentare impianti di climatizzazione; riempire piscine, lavare le fosse biologiche; prelevare acqua dai Fontanelli pubblici oltre le strette necessità alimentari; innaffiare aree per attività sportive etc.

La Polizia locale è incaricata di effettuare i controlli. Chiunque violi il provvedimento rischia una sanzione amministrativa che può variare dai 100 ai 500 euro.

“La situazione delle riserve idropotabili anziché migliorare sta peggiorando, -afferma il sindaco Marcello Giuntini – siamo seriamente preoccupati. Per questo siamo stati costretti ad emettere una nuova ordinanza che prevede regole ancora più restrittive, andando a revocare la deroga sui giardini fino a 500 metri quadrati. Rivolgiamo un appello a tutti i cittadini affinché rispettino il contenuto nell’ordinanza.”

leggi anche
siccità 2017
Siccità
Siccità, Giani firma lo stato di emergenza. Venerdì convocata la cabina di regia
siccita_bis_2012
Agricoltura
Cia: «Siccità, aumento gasolio, produzione ridotta: subito indennizzi per agricoltori»
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI