Castel del piano

Chiude il check point dell’ospedale, l’assessore: «Servizio essenziale, la Asl lo riattivi»

Ospedale Castel del Piano 2016

CASTEL DEL PIANO – “Con questo comunicato stampa gli amministratori della zona grossetana dell’Amiata intendono denunciare quanto sta accadendo in ordine al servizio di check-point/portierato attualmente predisposto presso il presidio ospedaliero di Castel del Piano. È giunta infatti inaspettata la notizia che tale servizio non verrà ulteriormente prorogato”, a scriverlo, in una nota, Sonia Giannelli, assessore al comune di Castel del Piano.

“Riteniamo tale circostanza estremamente grave e notevolmente lesiva della funzionalità dell’Ospedale di Castel del Piano – prosegue l’assessore -. Ogni utente che in questi mesi ha frequentato l’ospedale ha infatti potuto usufruire di un servizio assolutamente essenziale, sia nell’ottica della prevenzione dall’epidemia da Covid-19, sia per la generale accoglienza ed indirizzamento degli utenti, ed in particolar modo di quelli anziani che hanno trovato nel personale del check-point una figura “amica” che – con sorriso e professionalità – hanno aiutato i malati ad orientarsi tra i vari ambulatori dell’ospedale”.

“Al giorno d’oggi il servizio di portierato è assolutamente essenziale, visto che ad oggi l’emergenza Covid-19 non è ancora terminata (corre l’obbligo di ricordare che fino al 31.12.2022 l’obbligo di green-pass e di indossare la mascherina è ancora vigente all’interno delle strutture sanitarie), e che il check-point ha fornito un rilevante servizio di orientamento di tutti gli utenti dell’ospedale”.

“Si ricorda che l’Ospedale di Castel del Piano è a servizio di tutti i Comuni dell’Amiata Grossetana, con oltre 17.000 residenti, oltre a tutti gli utenti che, nel periodo estivo, soggiornano presso i nostri Comuni. Nella nostra qualità di amministratori richiamiamo con forza l’attenzione dell’Asl Toscana Sud Est sulla situazione dell’Ospedale di Castel del Piano, invitando ed esortando l’Ente preposto a porre le opportune misure per mantenere il servizio di portierato, oltre a rafforzare i servizi medici ad oggi esistenti”.

“Auspichiamo – conclude la nota di Giannelli – che tale comunicato sia il punto d’inizio di un dialogo tra i vari attori istituzionali, proponendo sin d’ora di formalizzare questo nuovo percorso con un incontro da svolgere in tempi brevissimi, data l’assoluta centralità del tema”, conclude Giannelli.

leggi anche
Gilberto Alviani
Amiata
Alviani: «Sull’ospedale emergono tutti i controsensi del Pd»
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI