Quantcast
Grosseto

Mega albergo nell’area militare, la minoranza: «Progetto nascosto dal Comune, lo portiamo in Commissione»

Area militare Marina di Grosseto 2022

GROSSETO – “Il prossimo 14 giugno alle ore 15.00 la IV Commissione consiliare si riunirà nella sala del Consiglio comunale di Grosseto – su istanza dei consiglieri comunali del Partito democratico, di Grosseto città aperta e del Movimento 5 stelle – per discutere e approfondire il progetto di una mega struttura turistico-ricettiva da edificarsi a ridosso della pineta di Marina, lungo la strada delle Collacchie, precisamente dentro l’area militare un tempo dedicata alla logistica dell’aeroporto Baccarini, oggi in disuso”, spiegano Davide Bartolini, capogruppo Partito democratico, Carlo De Martis, capogruppo Grosseto città aperta, e Giacomo Gori, capogruppo Movimento 5 stelle.

“Si tratta di una maxi edificazione da 10.000 metri quadri all’interno di un’area di 70.000 metri quadri, già sul binario del Piano strutturale, alla quale il Comune di Grosseto sta lavorando da sei anni nel più assoluto silenzio e nella più totale assenza di trasparenza – prosegue l’opposizione -. Per questa ragione abbiamo chiesto la convocazione degli assessori e dei dirigenti competenti affinché, in una seduta pubblica della Commissione consiliare, siano forniti i necessari chiarimenti e approfondimenti”.

“L’operazione è compresa nel cosiddetto Protocollo Pinotti, siglato nel 2016 da Ministero della Difesa, Agenzia del Demanio e Comune di Grosseto con la finalità di dismettere il patrimonio immobiliare non più necessario agli usi militari e valorizzarlo per lo sviluppo del territorio. Risulta pertanto francamente incredibile che su un tema di così grande importanza e complessità l’Amministrazione comunale abbia tenuto all’oscuro la cittadinanza, quando invece sarebbe stato necessario aprire una discussione pubblica: con le categorie economiche, con i sindacati, con gli operatori di settore, con i cittadini”.

“Per valutare e decidere come realizzare un complesso turistico-ricettivo di tale dimensione affinché non si risolva in una mera speculazione ma possa risultare realmente strategico per la nostra comunità, ed anche per valutare e decidere se possono essere immaginate destinazioni e ipotesi di sviluppo alternative attese le potenzialità del sito”.

“Tra l’altro stupisce che agli incontri svolti dal Comune con il Ministero della Difesa e l’Agenzia del Demanio abbiano partecipato esclusivamente gli assessori ai lavori pubblici ed all’urbanistica, nell’assenza invece dell’assessore al turismo, come se la realizzazione di una struttura ricettiva di tale portata non dovesse essere oggetto di una, preliminare, pianificazione turistica”.

“Confidiamo dunque che durante i lavori che si svolgeranno in Commissione saranno forniti tutti gli elementi utili per consentire non solo a noi consiglieri, ma soprattutto alla cittadinanza, di comprendere l’effettiva natura e portata di questo progetto”, conclude l’opposizione.

leggi anche
Carlo De Martis
Grosseto
De Martis: «Un mega albergo nell’aeroporto militare? Poca trasparenza e scelta da ridiscutere»
Area militare Marina di Grosseto 2022
Grosseto
Mega albergo nell’area militare, l’opposizione: «Amministrazione rifugge ogni confronto pubblico»
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI