Gavorrano

Maule: «Tariffe Tari aumentate per tutte le categorie. I cassonetti sono sempre rotti o pieni e sporchi»

rifiuti porta a porta cassonetti differenziata

GAVORRANO – «Nel recente Consiglio comunale del 30 maggio abbiamo assistito inermi all’approvazione della Delibera contenente le tariffe Tari 2022. Pur dando ovvia battaglia tra i banchi dell’assise comunale alla fine è passata la delibera che ha decretato aumenti tari su tutte, e ribadiamo tutte, le categorie esistenti. Nessuno escluso, chiunque sarà chiamato a pagare di più, talvolta anche molto di più, rispetto alle tariffe dello scorso anno» afferma Andrea Maule capogruppo di opposizione a Gavorrano.

«A far da sfondo a questo imbarazzante aumento delle tariffe, c’è la drammatica situazione che ogni singolo cittadino vive quotidianamente nell’andare a gettare i propri rifiuti: cassonetti sempre pieni, mai puliti e disinfettati, spesso rotti. Insomma, oltre al danno la beffa. Un servizio imbarazzante che da oggi ci costa anche di più!»

«Tra i banchi della maggioranza, come era immaginabile, si è alzato il solito muro compatto. Quasi compatto, a dire il vero, poiché un consigliere di maggioranza – Ferrini – non ha votato a favore di queste esose tariffe, spiazzando così i colleghi di maggioranza. Secondo i nostri audaci amministratori la colpa non è del sindaco e della sua squadra di governo, ma è da individuare in soggetti terzi: è colpa di Arera (L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), ma è anche colpa del gestore 6-Toscana, è colpa del cambio del metodo di calcolo delle aliquote, ma è anche colpa della mancanza dei fondi Covid, ed è colpa di quello e di quell’altro. Il solito squallido giochino dello scarica barile, dove alla fine la maggioranza a targa Pd ne vorrebbe uscire anche con i “complimenti” di tutti poiché a dir loro hanno evitato che andasse anche peggio. Perché, davvero esiste un peggio di così?».

«Ebbene, ci pare di ricordare che fu proprio l’assessore al bilancio, Stefania Ulivieri, che meno di due mesi fa in una intervista affermava con orgoglio che per quest’anno non erano previsti aumenti di imposte (Tari per prima) e che quindi la sua maggioranza era riuscita in una importante azione di governo in un momento così delicato dal punto di vista economico».

«In conclusione, nonostante la nostra protesta in aula e nonostante il nostro voto contrario, il Consiglio Comunale (la maggioranza, per dovere di cronaca) ha approvato un consistente aumento delle tariffe TARI, per tutto e per tutti! In un momento così delicato come quello che stiamo affrontando ci resta il dubbio, e forse non è solo un dubbio, che questa maggioranza non abbia prodotto in alcun modo un buon risultato!» conclude Maule.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI