Cultura

Festival della musica di mare: ecco gli appuntamenti a Castiglione

Castiglione della Pescaia

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Presentato questa mattina, venerdì 27 maggio, dalla sindaca Elena Nappi, che segue in prima persone le politiche culturali del Comune, il Festival della Musica di Mare, due appuntamenti che si terranno il 19 e il 26 giugno alle ore 18:00 in piazza Solti, nella parte alta del borgo medioevale di Castiglione della Pescaia.

Nell’ufficio della prima cittadina era presente anche Gloria Mazzi, la direttrice artistica di questo appuntamento e presidente di A.Gi.Mus. Grosseto, mentre in collegamento hanno partecipato il direttore responsabile di Suonare News e Amadeus Filippo Michelangeli, il giornalista Vittorio Introcaso, la conduttrice radiotelevisiva di programmi musicali Valentina Lo Surdo, ed i musicisti:Danilo Rea e Andrea Oliva.

Musica di mare nasce dalla volontà dell’amministrazione comunale di Castiglione della Pescaia di affiancare ai tanti eventi estivi dedicati al teatro, al cinema e agli altri linguaggi culturali, un festival musicale. Un’occasione di confronto con i musicisti, dove l’attenzione non è solo sull’esibizione, ma anche sul percorso professionale dell’artista, attraverso una conversazione sul mondo della musica.

Il 19 Giugno sarà protagonista Danilo Rea, considerato uno dei migliori pianisti italiani che sa sapientemente muoversi nell’ambito jazz con contaminazioni nella musica classica e pop, mentre il 26 giugno sarà la volta di Andrea Oliva, primo Flauto solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma.

«La sfida di iniziare un nuovo progetto che vede protagonisti grandi nomi della musica classica e jazz – afferma Gloria Mazzi – mi ha visto davvero entusiasta. L’idea di un salotto, incontrare i musicisti e avere la possibilità di conoscere quello che accompagna le loro creazioni, credo sia un bellissimo momento culturale e sociale».

L’obiettivo di questa rassegna, tocca anche alcuni aspetti formativi: prima dell’appuntamento con il pubblico ci sarà un incontro previsto alle ore 15:00 all’interno della sala consiliare Gabriella Lorenzoni in via Cesare Battisti con i giovani. Una masterclass, una vera e propria lezione concerto in cui i giovani potranno confrontarsi con coloro che hanno iniziato un percorso importante prima di loro, parlare delle opportunità che questo mondo offre,  ma anche dei momenti più difficili e soluzioni che si possono trovare.

«Il salotto musicale – ha detto Filippo Michelangeli – è anche un modo di recuperare il rapporto con i musicisti oltre l’esibizione, come accadeva nei salotti ottocenteschi.  Musica di Mare sarà proprio un momento per ripristinare il rapporto tra pubblico e artista». 

«Il nostro ruolo di giornalisti musicali – tiene a sottolineare Valentina Lo Surdo – è proprio quello di entrare in contatto con il pubblico. A Musica di Mare la nostra missione per una sera sarà proprio quello di far conoscere l’uomo dietro l’artista e andare ad indagare i meccanismi che rendono interessante oggi un percorso musicale».

«La musica – prosegue la sindaca Elena Nappi – da sempre è cultura e noi abbiamo la fortuna di poterla abbinare a una location magica dove ascoltarla, il salotto buono all’aperto del paese, in uno degli angoli più mozzafiato e fotografato di tutta la Maremma».

«Da quel palco naturale – sostiene la prima cittadina – grazie alla Festa della Musica di Mare, saranno promossi e proposti eventi che arricchiranno l’atmosfera delle giornate castiglionesi. Come amministrazione comunale siamo convinti del fatto che la musica è un settore portante per la creatività e la cultura da non smettere mai di incentivare e noi lo vogliamo fare coinvolgendo con  una programmazione ampia soprattutto i giovani, che sempre più prendono parte a questi concerti».

«Celebriamo il nostro mare – aggiunge Nappi – fonte di ispirazione per molti musicisti, scrittori e artisti internazionali che hanno soggiornato a Castiglione della Pescaia. Fra questi posso citare Georg Solti, Italo Calvino e Carlo Fruttero. Stiamo dando un nuovo volto a questo paese andando a identificare punti particolari di aggregazione e quella piazza, a cui l’amministrazione vuole dare un ruolo privilegiato della cultura, offrirà ai turisti in continua crescita quegli elementi identitari come il paesaggio e la qualità della vita dei castiglionesi».

«Quello del Festival della Musica di Mare – conclude Elena Nappi – diventerà un appuntamento estivo del cartellone dei nostri eventi dove ha al suo interno ci sarà una programmazione di qualità sempre al passo dei tempi».

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI