Quantcast
Vela

Festa grande in casa Yacht Club Punta Ala per il successo di Paolissima

Vela Punta Ala

PUNTA ALA – Un pezzo di Maremma nell’affermazione del GS 56 Paolissima armato da Gianluca e Paola Poli, vincitore della Grand Solei Cup, imponendosi nella Classe A, in Overall e in Reale in tutte e tre le prove disputate nelle acque di Punta Ala da una cinquantina di titolate imbarcazioni.
I portacolori del Club Nautico Versilia, in equipaggio con i soci del CNV Leopoldo Roberto Pardini, Alberto Falcini, e Paola Poggi e inoltre con Luca Vitale dello Yacht Club Isole di Toscana di Scarlino, Sena Barsanti, Franco Giovannini, Tommaso e Francesco Marcaccini, Roberto Maffini, Alberto Pardini e Maurizio Dani, si è, infatti, aggiudicato l’importante evento firmato dal Cantiere del Pardo, una vera festa organizzata quest’anno dallo Yacht Club Punta Ala, e articolata su due intense giornate di regate ed eventi collaterali all’insegna della competizione e del divertimento, un appuntamento imperdibile per gli appassionati dei Grand Soleil di tutto il mondo.

“Sabato la regata costiera, caratterizzata da vento sui 12/14 nodi, prevedeva la partenza da Punta Ala e una boa di disimpegno per poi procedere all’isola di Cerboli da lasciare a sinistra. Siamo partiti bene, dal lato giusto, e abbiamo sempre mantenuto il comando seguiti dalle altre barche che poi si sono alzate mentre noi abbiamo mantenuto la rotta.- ha spiegato Luca Poli – Arrivati a Cerboli, abbiamo passato il cono d’ombra molto vicino all’isola per aver sempre meno zona di poco vento e da li ci siamo allungati perché per l’arrivo bisognava raggiungere la boa all’Isola dello Sparviero e poi ritornare davanti al porto di Punta Ala. Hanno considerato la prima parte del percorso (da Punta Ala fino a Cerboli) come prima regata e tutto il percorso (di circa 20 miglia) come seconda prova di giornata. Paolisssima è risultata prima in reale e in compensato in entrambe le regate, chiudendo al comando la classifica provvisoria di giornata”.

“La terza prova di circa 10 miglia, invece, si è svolta domenica con vento leggero – ha continuato Poli – dopo la partenza data davanti al porto di Punta Ala, bisognava girare l’isola dello Sparviero e ritornare a Cala Violina dove era stato posizionato l’arrivo. Dopo due bordeggi dove le altre barche più grandi, più lunghe ma più leggere del Paolissima, si sono avvicinate ma senza passarci, abbiamo superato la zona di bonaccia sull’Isola dello Sparviero di bolina per poi bordeggiare col gennaker in poppa fino all’arrivo vicino alla spiaggia di Cala Violina, chiudendo ancora una volta primi in reale e overall. Siamo ovviamente molto soddisfatti per il risultato, anche considerando le altre imbarcazioni in regata, e siamo contenti di aver vinto anche uno dei premi più importanti della manifestazione, il frullone della Bamar.”

Prossimo appuntamento per Paolisssima sarà la 151 Miglia in partenza il 2 giugno: a questa edizione, organizzata dallo YCRMPisa e dallo YC Punta Ala sul percorso Livorno-Marina di Pisa-Giraglia-Elba-Formiche di Grosseto-Punta Ala, parteciperanno 253 barche (non ne saranno ammesse altre) e Paolisssima dovrà difendere il gradino più alto del podio conquistato lo scorso anno nella Categoria Gran Crociera su 58 barche.
Altri impegni agonistici successivi per il grossetano Luca Vitale, saranno, oltre alle Vele d’Epoca che serviranno anche da allenamento in visto dell’impegno clou in assoluto che sarà rappresentato dal Campionato del Mondo ORC che si terrà a Porto Cervo in Costa Smeralda dal 22 al 30 giugno.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI