Follonica

Pineta Follonica: «La sostituzione delle fallanze fisiologiche è già prevista»

pineta ponente (Di Giacinto)

FOLLONICA – “In riferimento alla notizia uscita in questi giorni circa lo stato in cui versano le 300 piante messe a dimora a Follonica, nella Pineta di Ponente, riteniamo opportuno precisare alcuni punti”.

Così AzzeroCO2, in qualità di azienda che ha progettato e realizzato l’intervento di forestazione (avvalendosi anche di una ditta specializzata locale) in un nota.

“L’intervento di messa a dimora – afferma l’azienda -, sostenuto dall’azienda Estra e che rientra nella Campagna Mosaico Verde, è stato realizzato in un’area privata della sua originaria copertura arborea a causa della presenza di parassiti che hanno colpito i pini presenti che, malati e pericolanti, sono stati rimossi. L’intervento è quindi volto alla rigenerazione ambientale di questo importante polmone verde per la città”.

“Il progetto complessivo prevede la messa a dimora di 1.000 piante di cui 300 sono state già messe a dimora nel mese di marzo 2022, a cui ha fatto seguito un’attività di manutenzione programmata dell’area della quale ci facciamo carico per i primi due anni al fine del buon attecchimento delle piantine, in collaborazione con una ditta specializzata”.

“Grazie all’attività di monitoraggio che realizziamo sugli interventi eravamo già a conoscenza del fatto che circa una ventina di piantine delle prime 300 messe a dimora non avessero attecchito: si tratta di fallanze fisiologiche nei progetti di forestazione, per le quali è già stata disposta un’attività di sostituzione. Non potendo infatti determinare con assoluta certezza che la messa a dimora degli alberi possa portare sin da subito ad un pieno attecchimento, come AzzeroCO2 prevediamo sempre controlli e interventi per la sostituzione delle fallanze laddove il primo intervento non vada pienamente a buon fine”.

“Non essendo però possibile procedere al ripristino delle piantine durante le stagioni più calde la sostituzione delle fallanze è stata calendarizzata in autunno in concomitanza con la messa a dimora delle ulteriori 700 piante previste dal progetto. Il nostro intento è e rimane quello di restituire al Comune di Follonica questa importante area verde, grazie al contributo fondamentale di Estra”.

Più informazioni
leggi anche
pineta ponente (Di Giacinto)
Follonica
Pineta ponente, Di Giacinto: «Dopo la mia “giornalata” piantine annaffiate e erbaccia tolta»
pineta ponente (Di Giacinto)
Follonica
Pineta, Di Giacinto: «Le nuove piantine sono quasi tutte secche. Salviamo il salvabile»
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI