Quantcast
Sport velici

Da Meciani a Creati, ottimi risultati dei follonichesi a Loano e Piombino

Gruppo vela Lni Follonica 2022
- Foto d'Archivio

FOLLONICA – Due fine settimana incorniciare per gli atleti della Lni Follonica. Se alla Regata Ilca Master di Loano, disputata il 3 aprile, Stefano Meciani e David Nocchi hanno confermato la propria splendida forma atletica chiudendo rispettivamente primo apprendista Master Ilca 7 e secondo master Ilca 6, alla Zonale Ilca di Piombino i risultati non sono stati da meno. In particolare fra gli Ilca 4 di coach Leoni spiccano le grandi prestazioni di Edoardo Vignozzi, quarto, ma soprattutto di Nicole Creati, prima.

È la stessa Creati la protagonista dell’exploit della settimana successiva all’Italia Cup di Ostia, II tappa del circuito, tenutasi fra l’8 e il 10 aprile al porto turistico di Roma. La regata è stata caratterizzata da condizioni meteo particolarmente difficile. Venerdì e sabato il forte vento da sud ha reso impossibile l’uscita in mare. Il porto infatti, a causa dell’uscita troppo esposta a sud, aveva 2 metri di frangenti, tant’è che gli stessi mezzi dell’organizzazione si sono rifiutati di uscire in mare. Si è quindi regatato solo domenica quando il forte vento di tramontana ha calmato leggermente la situazione. Due sono state le prove disputate con 20/25 nodi di vento da nord, molto ballerino, e con un mare agitato con onda di scaduta da sud-ovest.
Condizioni quindi impegnative soprattutto per la particolare condizione di onda e vento incrociati che causavano grossi problemi di stabilità nelle andature portanti.

Fra gli Ilca 7 (29 atleti) Alessandro Fracassi, dopo il passaggio dagli Ilca 6, si è trovato in netta difficoltà nella nuova categoria. Ancora non al meglio fisicamente ha chiuso con un 19esimo assoluto.
 Negli Ilca 4 invece, con 210 atleti in gara, Vignozzi, fisicamente ancora debole e un po’ intimorito dal vento forte non ha brillato, raggiungendo solo il 99esimo posto assoluto. È Creati la vera “star” della regata. Due ottime partenze, ma sopratutto una buona conduzione senza scuffie e manovre rischiose le hanno permesso di conquistare la 37esima posizione, ma soprattutto il terzo posto femminile Under 16, un podio di grande prestigio e che lascia intravedere il vero potenziale dell’atleta follonichese.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI