Quantcast
Cronaca

Condannato per violenza sessuale e sequestro di persona: revocato il permesso di soggiorno e espulso dall’Italia

polizia

Ascolta "IlGiunco.net Podcast - Le news di oggi 1 aprile 2022" su Spreaker.

GROSSETO – Non gli è stato rinnovato il permesso di soggiorno che aveva ottenuto per lavoro, ed è stato espulso dall'Italia. Un albanese che si trovava in Italia è stato infatti condannato per una serie di reati molto gravi: in materia di violenza domestica, violenza sessuale, sequestro di persona, lesioni e atti persecutori.

Per questo motivo l'uomo si era visto negare il rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro da parte del Questore di Grosseto, per motivi di pubblica sicurezza; il provvedimento era stato anche confermato dal Tar Toscana.

II cittadino straniero è stato quindi espulso per motivi di pericolosità sociale ed accompagnato da personale della Polizia di Stato al centro di permanenza per i rimpatri di Bari per il successivo rimpatrio in Albania.

L'attività dell'Ufficio Immigrazione della Questura non è solo rivolta al contrasto dei cittadini irregolari che non hanno mai avuto un permesso di soggiorno, ma monitora costantemente i cittadini stranieri presenti e regolari sul territorio, per controllare l'eventuale commissione di reati che rendano incompatibile la loro presenza sul territorio per ragioni di sicurezza.

In particolare gli operatori dell'Ufficio Immigrazione della Questura svolgono un'attenta attività di polizia, effettuando sia controlli al momento della domanda di rinnovo — o di primo rilascio — del permesso di soggiorno, ma anche controllando l'andamento di eventuali procedimenti penali e verificandone l'esito, perché alcuni reati di particolare allarme sociale possono portare, come nel caso del cittadino straniero espulso ieri, al rigetto o alla revoca del titolo di soggiorno già ottenuto e al conseguente allontanamento dal territorio nazionale.

Lunedì la Questura aveva provveduto ad espellere dal territorio nazionale cinque stranieri con precedenti per spaccio, reati contro la persona e reati contro il patrimonio, di cui uno accompagnato da personale della Polizia di Stato al Centro di permanenza per i rimpatri di Potenza.

leggi anche
Polizia espulsione
Polizia
Condannato per spaccio: la Questura gli nega il permesso di soggiorno. Espulso dall’Italia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI